About Autore

Redazione

2 commenti

  1. Tutti sembrano all’altezza ma, in un momento come questo (particolare poiché vissuto con la consapevolezza che, nonostante ogni Buona intenzione ventilata e profusa, sarà la magistratura a decidere il vero cambiamento. Anche dopo le Amministrative …), la classe politica cittadina dovrebbe essere in grado di auto censurarsi. Di scegliere al meglio i candidati consiglieri e sindaco. Lo sta facendo? Mah …
    Io voterò per chi mi darà queste garanzie. E lo farò dopo aver analizzato le liste in competizione.

  2. Da più parti si sente dire che Gungolo non è il nuovo ed una sua candidatura appare come un nepotismo.
    A mio modestissimo avviso, non credo che il nuova sia certezza di cose da fare bene e, il termine nepotismo, ad una attenta analisi del significato di tale parola, non si addice minimamente a Gungolo.
    Penso invece che Gungolo sia stato uno di quelli che non ha demeritato e che vanta un know-how da non sottovalutare.
    E allora, perché non fare tesoro della sua preparazione, maturata peraltro sul campo.
    Non voglio denigrare affatto gli altri amici candidati sindaco a cui va tutta la mia stima, ma, voglio troppo bene a questa città e per questo non voglio cadere nell’errore che per fare dispetto a qualcuno, mi privo di un bene paraltro già acquisito.
    Aggiungo e concludo che, anche un giornale di grande spessore, proprio la settimana scorsa, suggeriva di non guardare ai programmi ma, di vedere all’esperienza maturata in campo politico. Grazie

Lascia una risposta

sedici − dieci =