Il Monopoli contro il falso fair play

La società del Monopoli 1966, da sempre attenta ai veri principi di lealtà e correttezza sportiva, ha deciso in modo unilaterale di non condividere più il falso, ipocrita ed opportunistico “fair play” inerente la restituzione del pallone agli avversari durante la partita. Affidarsi al fair play, spesso falso, può alimentare false aspettative anche tra gli stessi tifosi presenti sulle tribune e può ingenerare equivoci ed episodi di violenza che non si conciliano con i valori ispiratori del leale confronto sportivo e del vero fair play. In campo esiste un arbitro designato e competente a giudicare quanto avviene ed il sostituirsi a lui è anche un atto di sfiducia verso l’operato del direttore di gara. Per questi motivi questa società ha deciso di informare tutti i tifosi ed i propri tesserati di attenersi solo ed esclusivamente alle decisioni ed indicazioni dell’arbitro, come prevede il regolamento. Queste decisioni sono state prese per l’alta considerazione che si ha del vero valore del fair play, che va tutelato e non strumentalizzato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: