Monopoli: “Come il rombo di una Harley” di Marianna Acquaviva

E’ da poco stato pubblicato dalla Progedit il romanzo dal titolo “Come il rombo di una Harley” scritto dalla giovane monopolitana Marianna Acquaviva, alla sua prima fatica letteraria. Marianna è una ragazza semplice, allegra, simpatica ed estroversa, che è nata e vissuta a Monopoli, la città che ama, infatti si è occupata in passato di promozione territoriale presso la locale Pro Loco, ha conseguito la laurea in lingue, poi ha seguito la passione per il teatro, ed è andata in scena con la compagnia teatrale l’Allegra Brigata. Oggi si dedica ad un’altra delle sue passioni scrivere romanzi.

La trama del libro:

Riccardo Bartolucci, giovane imprenditore dal carattere metodico, schivo, scontroso, diffidente, innamorato della sua Harley-Davidson nel momento più difficile della sua vita incontra Sara, studentessa fuori corso, con il sogno di diventare scrittrice. Sara è il suo opposto: è sbadata, caotica, disordinata, superstiziosa, sognatrice. L’opposizione di carattere non impedisce, tuttavia, che tra i 2 nasca un’intensa e turbolenta storia d’amore. Anzi, è proprio grazie all’amore di Sara e all’affetto della sua famiglia e dei suoi amici (Igor e Filippo) che Riccardo guarirà dagli strascichi del coma, ad affrontare con coraggio un processo che lo vede imputato per omicidio colposo in seguito ad un incidente stradale, a riformulare la gerarchia dei suoi valori. Pur raccontando il dramma di due ragazzi alle prese con drammi troppo grandi per la loro giovane età, la storia riserva momenti di grande comicità rappresentati dall’opposizione dai continui litigi dei 2 fidanzati, frutto di caratteri opposti e spigolosi, e dalle scorribande di un gruppo di motociclisti i “Land Seagulls”. Il romanzo affronta il tema del confine tra vita e morte “Near death experience” e propone una gamma di infinite possibilità in cui si manifesta il vero amore: il completamento nella diversità, l’accettazione del diverso, il superamento delle convenzioni sociali e dei pregiudizi, il valore del perdono.

Intervista all’autrice:

D: Come mai hai scritto questo libro?

R: “Questa storia mi è stata ispirata da uno spettacolo teatrale remake di un celebre film degli anni sessanta con Jack Lemon e Walter Matthau ,“La strana coppia” che ho portato in scena qualche tempo fa con la compagnia teatrale Allegra Brigata” che racconta di due amici caratterialmente opposti tra loro, che dopo la separazione di uno dei 2 vanno a vivere insieme ma la loro convivenza è disastrosa perché litigano in maniera furibonda. Anche Riccardo e Sara, molto diversi fra loro, litigano in continuazione scatenando situazioni assurde e talvolta anche molto ridicole ma alla fine l’amore vince tutte le incomprensioni e si conferma la teoria dei poli opposti che si attraggono. Nel libro si raccontano anche le divertenti scorribande di un gruppo di motociclisti ( che non esistono nella realtà ma sono solo frutto della mia immaginazione) i Land Seagulls che girano la Puglia in sella alle loro Harley. Il romanzo è ambientato fra Monopoli, Bari e Polignano, luoghi incantevoli a cui sono affezionatissima e a cui ho voluto rendere omaggio. La storia è intervallata dagli intermezzi di un programma radiofonico che avrà una sua funzione specifica nel finale, Radiofriends, anche se mi pento di non aver lasciato il nome della emittente radio reale a cui mi sono ispirata che è radio emme cinque Monopoli”.

D: E’ a tua prima fatica letteraria, vero?

R:Questo è il mio romanzo di esordio che pubblico con la casa editrice Progedit che da anni cura la pubblicazione di molti testi universitari oltre che svariati romanzi, racconti e libri di letteratura tra cui la collana”Letterature” diretta da Ettore Catalano, docente di letteratura nonché popolare drammaturgo teatrale. Il mio romanzo si inserisce in una nuova collana Iris di letteratura al femminile che racconta storie forti e tenere di donne ben rappresentate in tutto il loro carattere, tenacia e personalità. Ecco, io sono arrivata alla Progedit al momento giusto, in cui l’editore Gino Dato cercava nuovi titoli di autrici per dare impulso a questa nuova promettente collana”.

D: Cosa rappresenta per te questa esperienza?

R:Per me questo è un sogno che si realizza anche se la strada è ancora lunga, mi aspetta per quest’anno una lunga e intensa campagna di promozione da cui non posso esimermi, voglio fare conoscere il mio romanzo perché il mio secondo sogno è che il mio libro diventi un film, sono una grande appassionata di cinema e mi piacerebbe scrivere sceneggiature per film, se poi il romanzo avrà successo e avrò idee giuste per scriverne altri, sarò ugualmente felice di continuare a fare la scrittrice”.

D: dove si acquista il libro?

R:E’ possibile acquistare “Come il rombo di una Harley” presso le librerie Chiarito Mondadori e Minopolis, on line su Amazon.it o direttamente dal sito della casa editrice www.Progedit.com”.

D: ci sarà la presentazione ufficiale del libro?

R:A breve la presentazione, di sicuro sarà a Monopoli, perché è il mio paese nonché location prediletta della storia d’amore fra Riccardo e Sara”.

Questo libro saprà attrarvi e catturare la vostra attenzione per leggerlo tutto d’un fiato fino alla fine. Storia inventata ricca di colpi di scena e ambientata in un ambiente concreto quale quello della provincia di Bari che rende più vicino a noi questa storia d’amore, e non solo, che saprà appassionarvi ed entusiasmarvi.

Marcella Dibello

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: