Coronavirus, bloccati i distacchi per morosità per elettricità, gas e acqua

Tutte le eventuali procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua per morosità – di famiglie e piccole imprese – vengono rimandate dal 10 marzo scorso e fino al 3 aprile 2020. A comunicarlo è ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, per far fronte all’emergenza Coronavirus. Viene, inoltre, istituito un conto presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali, con disponibilità fino a 1 miliardo di euro, per garantire la sostenibilità degli attuali e futuri interventi regolatori a favore di consumatori e utenti. Di conseguenza, dovranno essere interamente rialimentate le forniture di energia elettrica, gas e acqua eventualmente sospese (o limitate/disattivate) dal 10 marzo scorso.

Nel dettaglio – spiegano i deputati Emanuele Scagliusi e Giuseppe L’Abbate (M5S) – la sospensione dei distacchi per morosità per l’elettricità riguarda tutti i clienti in bassa tensione e per il gas tutti quelli con consumo non superiore a 200.000 Smc/anno mentre per il settore idrico si fa riferimento a tutte le tipologie di utenze domestiche e non domestiche”. ARERA, inoltre, segnala alle competenti autorità l’opportunità di riconsiderare i termini previsti dalla normativa vigente per l’approvazione (relativi all’anno 2020) delle “tariffe della TARI in conformità al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani”, proponendo il differimento al 30 giugno 2020 del termine del 30 aprile 2020 attualmente previsto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: