Conversano verso le elezioni: primi nomi e coalizioni

A settembre, salvo decisione diversa del Governo, si dovrà procedere alle elezioni anticipate al Comune di Conversano e alle elezioni regionali per scadenza naturale. Non ancora elaborata la caduta anticipata, la sinistra è impegnata nell’analisi dell’infelice conclusione dell’esperienza amministrativa e si interroga sugli errori commessi che hanno portato al commissariamento dell’ente.
EX OPPOSIZIONE: A GIORNI IL NOME
Più definita la situazione nella ex opposizione dove le forze politiche sono più avanti col cronoprogramma e ora esaminano la rosa dei nomi da candidare a sindaco. Si tratta di 3 uomini con esperienza consolidata: l’avvocato Vito Cerri, l’avvocato Giuseppe Lovascio e l’ex commissario di Polizia Pasquale Gentile. Nei prossimi giorni i partiti faranno sintesi ed annunceranno il candidato unitario.
CENTRODESTRA E LA NOVITA’ LEGA
E’ ancora in embrione la situazione nel centrodestra, dove proseguono gli incontri tra i coordinatori di Fratelli d’Italia e quello della Lega, che attendono notizie da Forza Italia riguardo la nomina del commissario cittadino. Dopo aver definito questi aspetti, le tre forze potranno discutere dell’accordo di coalizione, del programma e del candidato sindaco.
M5S CON UNA LISTA CIVICA
Il Movimento Cinque Stelle, che ha candidato l’imprenditore Valerio Conte, non sarà solo: nei prossimi giorni annuncerà l’accordo con una lista civica di matrice ambientalista. Non è andato a buon fine l’incontro col Pd, che non intende rinunciare al suo simbolo, presentandosi con una civica.
SINISTRA IN ALTOMARE
Dopo il catastrofico epilogo dell’esperienza amministrativa, conclusosi con il commissariamento dell’ente da parte del prefetto, a sinistra le liste e la coalizione sono in altomare. Alcuni movimenti hanno avviato il dialogo con altre coalizioni. Mentre il Pd, da anni in conflitto con la sinistra, non è disposto ad accettare imposizioni su alleanze e candidature a sindaco.
PARTITO DELLA FAMIGLIA
Il Pdf candida sindaco Mirco Fanizzi ed è impegnato nella raccolta delle adesioni alla lista, che in questo momento di difficoltà garda con attenzione al tema delle nuove povertà.
NUOVA CIVICA: LE PARTITE IVA
La novità di queste comunali è rappresentata dalla lista delle Partite Iva. Dopo aver promosso l’iniziativa delle Mascherine d’Italia, nata in contrapposizione alla ex maggioranza di sinistra che aveva promesso finanziamenti a fondo perduto dai 200mila euro del Duc, poi rivelatesi una falsa promessa, ora scende in campo ed è orientata ad esprimere un proprio candidato sindaco o coalizzarsi con la coalizione più forte: quella della ex opposizione che ha mandato a casa la sinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: