Conversano, Valore Futuro, “necessario premiare i cittadini modello”

La sintesi dell’appuntamento online di Valore Futuro con le associazioni ambientali.

 

Quali sono le prospettive ambientali per la nostra città? L’attuale Piano dei rifiuti è all’altezza delle esigenze di Conversano? Quale è il legame storico tra le tematiche verdi e il forte associazionismo ambientalista nel nostro territorio?

Questi sono solo alcuni dei temi trattati domenica 24 gennaio in diretta Facebook dal movimento politico Valore Futuro insieme a Vito Laghezza (Associazione Gaia) e Beppe Cacciapaglia (Circolo Legambiente ABRON – Conversano)

Ad aprire il dibattito, moderato da Giuseppe Gentile, sono stati i coordinatori Andrea Colapinto, il quale ha sottolineato l’utilità di queste occasioni di confronto come strumento di indagine e conoscenza dei fenomeni che attraversano la città, e Ilaria Di Palma, che ha lanciato l’allarme dell’assenza di occasioni di formazione sulle tematiche ambientali rivolte ai più giovani.

Dopo una breve presentazione delle attività di Legambiente, Beppe Cacciapaglia ha posto l’accento sull’assenza, da tempo, di Conversano nei bandi legati alle questioni ambientali (ad esempio l’ultimo sul monitoraggio dei tetti in amianto). Ma soprattutto ha rilanciato il bisogno dell’apertura di isole ecologiche dove invitare i cittadini a smaltire i rifiuti.

Il tema delle isole ecologiche è stato ripreso anche da Vito Laghezza sottolineando la loro utilità nella fase di verifica al momento del conferimento dei rifiuti e l’importanza di affiancare alla logica punitiva delle fototrappole quella premiante verso coloro che differenziano correttamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: