A Mola il pallone è sgonfio

Comunicato di Rifondazione comunista Mola

“Con il Comunicato Ufficiale n. 22 del 24 Agosto 2021 la Lega Nazionale Dilettanti (Comitato Regione Puglia) ha pubblicato la composizione dei gironi del prossimo campionato di Eccellenza. Mola ha due rappresentative iscritte, una nel Girone A (ASD Città di Mola) e l’altra nel Girone B (ASD Virtus Mola Calcio). Quello che salta agli occhi è che la prima dovrà giocare a Capurso (25 minuti di auto) mentre la seconda a Castellana Grotte (30 minuti di auto) causa l’inagibilità dell’impiantistica sportiva molese. Dovrebbe essere un orgoglio per Mola avere ben due squadre che stanno facendo degli investimenti importanti con lo scopo di allestire delle rose competitive per il campionato di Eccellenza. Sapere che invece saranno costrette ad andare altrove non è una notizia che giova allo sport molese. Le responsabilità non sono solo dell’amministrazione attualmente in carica (che speriamo possa mettere a disposizione almeno una navetta per agevolare i tifosi, in linea con gli adempimenti Covid) ma di almeno quindici anni di totale disinvestimento in questo ambito. All’amministrazione attualmente in carica imputiamo l’assenza di una vera e propria strategia sullo sport, non essendo rappresentata la delega neanche tra gli assessori nominati. Avere una strategia sullo sport significa approcciarsi alle società sportive (non solo calcistiche) in modo proattivo, individuandone i bisogni e cercando di trovare risposte utili a mantenere alto il livello. Non solo dal punto di vista degli impianti ma anche in senso più ampio della logistica e dei servizi a sostegno delle società. Avere una strategia sullo sport significa trovare dei canali per scoprire nuovi talenti e valorizzarli, provando a tessere relazioni con i privati e con il pubblico (ad esempio le scuole) nel tentativo di aprire centri sportivi con un’offerta ampia e competitiva (non solo calcio, quindi). Avere una strategia sullo sport significa pensare allo sport come modello di inclusione, valorizzando la promozione delle attività sportive femminili oppure dei giochi paralimpici. Insomma, lo sport è un elemento strategico di ogni comunità. E’ arrivato il momento di pensarlo come tale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: