Domenico Pellegrini: Feste di Natale, “Vitto ancora in ritardo”

Dopo due anni di stop, ritornano le festività natalizie promosse dalle Amministrazioni comunali. Il sindaco Decaro di Bari e il sindaco Annese di Monopoli sono partiti in anticipo con le macchine organizzative. Nel capoluogo, ad esempio, sono state già aperte le buste contenenti le proposte pervenute nell’ambito della procedura negoziata indetta da Amgas srl per l’organizzazione di un programma di attività ed eventi natalizi. Sono tre le aziende partecipanti alla gara. Intanto la promozione è già partita. Le manifestazioni partiranno il 6 dicembre e coinvolgeranno una parte di piazza del Ferrarese, con la creazione di un giardino incantato in grado di coinvolgere, emozionare il pubblico e di fare da cornice allo spettacolo offerto dal grande albero di Natale, che avrà un’altezza minima di 14 metri e diametro massimo di 8. Per quanto riguarda gli eventi, oltre allo spettacolo di illuminazione dell’albero in programma la sera del 6 dicembre, ce ne saranno altri, che dovranno tenersi indicativamente il 24 e il 31 dicembre, sempre in piazza del Ferrarese, tra le ore 11.30 e le 16.30.

Anche il Comune di Monopoli si è mosso con largo anticipo, tanto che già nei prossimi giorni, il sindaco terrà una conferenza stampa per illustrare il programma completo delle attività e di tutta la manifestazione presso la biblioteca comunale. E’ noto già che ci sarà una pista di pattinaggio sul ghiaccio e un grande albero di 22 metri, illuminato tra ben 30mila lampadine.

“Come abbiamo evidenziato da tempo, le vere Amministrazioni lungimiranti si sono attivate con largo anticipo – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Noi al Centro – mentre Vitto è sempre in ritardo. Il bando per le manifestazioni di interesse si è concluso il 22 ottobre, pochi giorni dopo la pubblicazione dello stesso bando. Vitto non si smentisce mai: si è preoccupato in ritardo di stabilire l’ammontare dell’importo, ma se i contributi degli sponsor e quello regionale non dovessero arrivare, le spese saranno coperte dalle casse comunali. Questa decisione è stata presa senza il coinvolgimento del Tavolo del Turismo, in modo totalmente arbitrario. Come è stato deciso questo importo e soprattutto da chi è stato deciso? Il termine ultimo per le candidature delle manifestazioni di interesse è stato davvero molto ridotto dalla pubblicazione dell’avviso, siamo sicuri che tempi così risicati ci garantiscano la possibilità di poter ricevere la migliore offerta per la nostra città? Non a caso, sono arrivate soltanto due manifestazioni di interesse, che saranno esaminate prossimamente dalla commissione. Se da una parte ci sono Amministrazioni attente, dall’altra c’è Vitto, che arriva sempre in ritardo. Una promozione tardiva si traduce inevitabilmente in una comunicazione poco efficace, che potrà soltanto attirare una platea di persone provenienti dai comuni limitrofi. La promozione territoriale e turistica ha i suoi tempi e Vitto non li conosce. In passato, tutti hanno guardato l’esempio di Meraviglioso Natale di Lestingi, siamo stati i primi della classe, abbiamo fatto scuola, tanto che quell’evento è stato un apripista. Con Vitto siamo tornati ad essere gli ultimi: invece di fare sempre meglio, Vitto non si smentisce mai, arrivando continuamente in ritardo e senza programmazione. Questo accade quando si decide tutto da soli, esattamente come ha fatto Vitto, che non ha neanche coinvolto il Tavolo del Turismo. Mi chiedo a che proposito poi il nostro primo cittadino chieda l’istituzione di un Tavolo del Turismo regionale quando non è in grado per sua volontà di dare pieno valore al Tavolo del Turismo cittadino. Altro che trasparenza e partecipazione. – conclude Pellegrini – anche questo in questo Natale Vitto arriva in ritardo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: