Noicàttaro. Prima area giochi inclusiva

Si sarebbe dovuta tenere questa mattina a Noicàttaro, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, l’inaugurazione della prima area giochi inclusiva attrezzata. A causa del maltempo, l’evento, a cui avrebbero partecipato bambini e associazioni del territorio, è stato rinviato ma l’amministrazione, rappresentata dal sindaco Raimondo Innamorato, dal vice sindaco Nunzio Latrofa, dall’assessore all’Ambiente Vito Fraschini e dalla consigliera comunale delegata alla pianificazione di strategie relative a disabilità e fragilità, Anna Lisa De Caro, ha voluto essere ugualmente presente sul posto per dare il proprio contributo alla ricorrenza.

“Insieme, senza barriere. È l’intento di questo progetto pilota, il primo nella città di Noicàttaro – commenta il sindaco di Noicàttaro Raimondo Innamorato – per realizzare uno spazio fruibile da tutti, senza distinzione di abilità”. 

L’area verde tra via Vittorio Bachelet, Via Aldo Moro e Via Giovanni Falcone è la prima area giochi inclusiva, ossia dotata di attrezzature che possono essere utilizzate da una vasta gamma di utenti aventi diverse abilità, senza adattamenti particolari e senza progettazioni speciali. Sei giochi costituiti da installazioni differenti: trampolini, sfere, nascondigli e campane collocati su una pavimentazione antitrauma. Particolare cura è stata posta anche all’arredo urbano, completando lo spazio con panchine e alberi (mimose e salici piangenti) per l’innalzamento del valore estetico dell’area.

“La realizzazione di questa area giochi si pone nella stessa direzione intrapresa dall’amministrazione comunale di sviluppare spazi verdi diffusi su tutto il territorio. Incontrarsi e fare attività insieme in un luogo di aggregazione, rappresenta una grande opportunità per tutti i ragazzi. Per questo, in fase di progettazione abbiamo richiesto che le attrezzature fossero fruibili da tutti. Il parco giochi nelle città moderne tenta di colmare una carenza di opportunità di gioco libero all’aperto, nonché una prima importante occasione di socialità al di fuori della scuola e di altre attività. Avremmo voluto organizzare una bella festa, ma il maltempo lo ha impedito eppure abbiamo voluto ugualmente essere presenti per dare il nostro contributo alla Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, perché l’attenzione di tutti sia sempre più rivolta a un messaggio di inclusione”, conclude il sindaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: