Discarica Martucci, smentita su carotaggi nei quattro pozzi piezometri

I sindaci di Conversano, Giuseppe Lovascio e Mola di Bari, Giuseppe Colonna, smentiscono fermamente la notizia riportata da un organo di informazione locale in merito alla circostanza che le carote di sottosuolo estratte, tramite la realizzazione del primo dei quattro pozzi piezometri previsti, verrebbero consegnate a fine giornata al personale della Progetto Gestione Bacino Bari 5, che a Martucci gestisce l’impianto complesso per la produzione di CDR (ecoballe, combustibile da rifiuto).

Tra l’altro la società Progetto Gestione Bacino Bari 5 non gode di alcun diritto reale sul terzo lotto della Discarica Martucci, oggetto degli interventi di indagine indiretta e diretta.

Si smentisce, inoltre, la circostanza secondo la quale il materiale estratto dal primo pozzo piezometro presenterebbe probabile presenza di percolato fuoriuscito dalla discarica. Il materiale non è stato ancora esaminato dall’Arpa.

Si sottolinea, inoltre, che l’accesso al sito di discarica è vietato a personale non autorizzato in quanto la stessa area, oltre ad essere di proprietà privata, è sottoposta a sequestro dall’Autorità Giudiziaria.

Si raccomanda di prestare la massima attenzione nel far veicolare notizie non aderenti alla realtà dei fatti in questa fase delicata di effettuazione delle indagini dirette, fondamentali per completare il programma di monitoraggio e caratterizzazione nel terzo lotto dell’Area Vasta in Contrada Martucci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: