Discarica Martucci, sindaco di Polignano “nuovo alleato” nella battaglia

Riceviamo e pubblichiamo nota di Vittorio Farella, presidente dell’associazione “Chiudiamo la discarica Martucci

Appena insediata la nuova Amministrazione Comunale di Polignano, lo scorso 27 luglio, abbiamo richiesto un incontro al nuovo sindaco, Vito Carrieri per sollecitarlo ad una maggiore attenzione e una partecipazione più attiva rispetto al passato per la risoluzione delle problematiche relative alla contrada Martucci e al ciclo dei rifiuti, considerata la titolarità del suo Comune nel Tavolo Tecnico istituito dalla Regione Puglia. Questa mattina si è tenuto l’incontro tra una delegazione della nostra Associazione e il cortese sindaco Carrieri. La nostra esposizione, partendo dalla ricognizione degli avvenimenti che hanno caratterizzato il lungo iter della complessa vicenda, si è soffermata sugli ultimi avvenimenti, riportando al ruolo attivo che l’Amministrazione di Polignano potrebbe recitare in questi frangenti. È stata una lunga, cordiale e proficua discussione nel corso della quale il sindaco Carrieri ha assunto formalmente l’impegno a collaborare con la nostra Associazione e i sindaci di Mola e Conversano per cercare di stroncare le ultime resistenze della Regione a perseguire l’intenzione di riaprire le vasche di servizio e soccorso, ma soprattutto per accelerare l’iter di MESSA IN SICUREZZA DI TUTTA L’AREA IMPATTATA DI CONTRADA MARTUCCI.

Il primo cittadino di Polignano si è così impegnato a portare immediatamente l’argomento all’attenzione della sua Giunta e della maggioranza per poi assumere iniziative politiche con l’intero Consiglio Comunale, nonché a delegare un suo rappresentante, assessore e/o consigliere comunale, ai rapporti con l’associazione e le altre Amministrazioni Comunali per seguire da vicino le relative vicende e raccordarsi per eventuali iniziative da assumere.

Si è così restati d’intesa di rivederci a fine mese per fare il punto della situazione, partendo dall’assunto che sia ORMAI CHIARA, e da lungo tempo, LA CONDIZIONE DEL SITO IN CONTRADA MARTUCCI e che NON CI SONO PIÙ MARGINI: QUELLE AREE NON POSSONO PIÙ ACCOGLIERE RIFIUTI, PER LO STATO DI INQUINAMENTO DIFFUSO E CERTIFICATO!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: