Ruvo, “Project M” è la miglior serie di fantascienza al The Gladiator Film Festival (TGFF) 2022

Arriva dalla Turchia l’ultimo riconoscimento internazionale per la già pluripremiata webserie “Project M”, diretta dal regista ruvese Michele Pinto e scritta dal molfettese Francesco Tammacco. Il Festival internazionale The Gladiator Film Festival (TGFF) 2022, appena conclusosi a Istanbul, ha assegnato al lavoro pugliese il Premio Miglior sci-Fi/Fantasy.

Diverse le nominations e i premi a livello internazionale conquistati da questa terza webserie del regista pugliese Michele Pinto che, con il lavoro distopico di “Project M”, punta l’attenzione sulla libertà d’espressione narrando di un mondo in cui il consumismo e la produzione più sfrenati diventano principi cardine su cui si basa tutta la società.

Michele Pinto si è affermato come unico rappresentante della produzione cinematografica di webserie a livello regionale ed è fra i registi più conosciuti in Italia e all’estero nel settore.

Con la sceneggiatura di Francesco Tammacco, autore e regista teatrale, “Project M” si aggiudica il premio come Miglior Serie di Fantascienza al Festival turco sottolineando come l’arte, in ogni sua forma, sia elemento inalienabile della natura umana e strumento indispensabile per scardinare le gabbie del pensiero e tendere alla libertà e all’affermazione dell’individuo.

Quando l’arte diventa via di fuga da una realtà sterilmente omologata e via salvifica verso la libertà che rende succubi dei potenti, gli spiriti ribelli ed irrazionali come gli artisti diventano pericolosi ed inutili e, per questo, incarcerati da mortificare sopprimere e scoraggiare.

Opera coraggiosa, provocatoria e innovativa, col suo suggestivo impatto scenico e stilistico, “Project M” costringe ad una riflessione doverosa e ad una presa di coscienza dell’attualità del vivere umano.

Presentata ufficialmente nel 2017, la webserie “Project M” si fa metafora della realtà corrente e propone al pubblico una critica analisi del ruolo degli artisti moderni all’interno della società.

Prodotta dalla Morpheus Ego, in collaborazione con il Carro Dei Comici, Casa Accoglienza S. Maria Goretti, Diocesi di Andria, Associazione Migrantes Liberi, Associazione di volontariato Salah, il cast di “Project M” è interamente pugliese, formato da attori di provenienza teatrale e cinematografica come Isabella Ragno, Fabrizio Fallacara, Vincenzo Raguseo, Sara Guastamacchia, e lo stesso Tammacco, ed impreziosito dalla modella, attrice e produttrice cinese Xin Wang.

Link al trailer: https://www.youtube.com/watch?v=Kw02zTsALvU

Riconoscimenti: nella selezione ufficiale del Minnesota Web Fest 2020; del New Jersey Web Fest 2021; London Short Series Festival e del New Zealand Web Fest 2019, inserito, nella sua versione shortfilm, all’interno della rosa dei cortometraggi in concorso al David di Donatello 2019; ha ottenuto il premio come Miglior Fantasy/Fantascienza al Tuscany Web Fest 2018; riconoscimento per il miglior episodio pilota, a livello internazionale, del Caorle Film Festival 2018. Già premiato all’International Webseries Trophy per la migliore regia e la migliore sceneggiatura; secondo posto a livello mondiale allo World Human Rights Awards di Bali; 9 premi ai Rome Web Awards 2017 (gli Oscar italiani del web); nominations all’International Online Webfest 2017 di Londra, all’Underground Sci-fi Film Fest di Stoccolma, il FIPILI Horror Festival di Livorno, il Sicily Web Fest, il Wendie Web Fest di Amburgo, il Rolda Web Fest in Colombia, il Miami Web Fest, L’Asia Web Awards e il Seoul Web Fest. Michele Pinto è stato l’unico regista italiano in gara al Berlin Sci-fi Filmfest, festival internazionale di fantascienza e, con 12 nominations, ha rappresentato la regione Puglia al Roma Web Fest, organizzato in collaborazione con Siae, Mibact, Sky, Regione Lazio e Cinecittà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: