Monopoli, gli effetti dell’esposto alla Procura

Dopo la presentazione dell’Esposto alla Procura della Repubblica tramite il Nucleo Ambientale della Guardia Costiera di Monopoli si registrano i primi risultati positivi sulla qualità dell’aria.

Regione,Comune, Asl, Arpa ed Enti di controllo, preoccupati per le conseguenze derivanti dall’azione dei magistrati, si sono mossi con i controlli e i verbali.

Qualche azienda, già individuata come responsabile dell’inquinamento, ha messo in atto alcune misure di sicurezza già previste nei protocolli ma mai attuate che hanno portato ad una drastica riduzione nella emissione dei cattivi odori. Rimane da verificare la grossa questione della emissione delle nano particelle.

Potrebbero arrivare provvedimenti di forte impatto sui responsabili.

Nel frattempo prosegue lo sversamento in mare dei liquami provenienti dall’immissione illegale in falda sotterranea delle acque di lavaggio, che non possono essere fermate una volta incanalate in profondità.

Bisognerebbe controllare i pozzi abusivi esistenti in cui si scarica, cosa non facile e non immediata.

Qui una foto eseguita il 15 dicembre 2019 in zona Cala Corvino che documenta questo tipo di inquinamento.

Un fatto comunque è accertato: se si opera insieme e con atti concreti si può conseguire qualche risultato a favore di tutti.!

Prof. Stefano Carbonara.

Gruppo Bellezza e Benessere a Monopoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: