Monopoli, donna salvata dalle fiamme

Questa notte i Carabinieri della Compagnia di Monopoli sono intervenuti in un edificio del centro della  città dove, a seguito di un incendio, hanno tratto in salvo una 33enne del luogo, rimasta bloccata all’interno di un esercizio commerciale raggiunto dalle fiamme.

All’1.30 di questa notte alcuni cittadini hanno segnalato al 112 l’incendio di un’autovettura già completamente avvolta dalle fiamme che, ormai, lambivano gli edifici circostanti, allarmando i numerosi residenti del luogo, trattandosi di zona centrale della città densamente abitata.

La pattuglia dei militari, giunta sul posto, notava che le fiamme avevano raggiunto il primo piano di un edificio, ma la loro attenzione veniva richiamata dalle grida di aiuto di una donna che si trovava all’interno di una lavanderia (di sua proprietà), sita al piano terra, circostanza confermata dai vicini che la conoscevano personalmente.

La donna era impossibilitata ad uscire in quanto l’autovettura in fiamme era posizionata di fronte il portone di ingresso, impedendole la fuga, con il rogo che avvolgeva la parete esterna dell’edificio ed i fumi che erano penetrati all’interno, rendendo l’aria irrespirabile. I militari, costatato l’eveidente pericolo per la donna, sono intervenuti immediatamente utilizzando gli estintori in dotazione e, dopo aver infranto la vetrina della lavanderia, sono riusciti ad entrare nell’edificio portando in salvola 33enne, la quale, era riuscita a tamponare l’inalazione del fumo utilizzando un fazzoletto bagnato sulle vie respiratorie. Le fiamme, nel frattempo, continuavano a crescere  ed a rendere l’atmosfera insostenibile, fino all’intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Putignano, sopraggiunti poco dopo, che le domavano.

In seguito i militari e Vigili del Fuoco hanno ispezionato gli edifici coinvolti dalle fiamme, constatando che la lavanderia aveva riportato ingenti danni, fra i quali la serranda d’ingresso distrutta e il cedimento di parte della facciata esterna. All’interno invece i fumi avevano completamente saturato i locali, danneggiando l’impianto elettrico. Nell’incendio è stato danneggiato l’appartamento situato al primo piano dello stabile, evacuato dagli occupanti prima che le fiamme potessero penetrare all’interno, mentre l’autovettura dalla quale sono scaturite le fiamme è stata completamente distrutta.

Sono in corso indagini unitamente alla Procura di Bari per accertare l’esatta natura del rogo, verosimilmente derivante da un corto circuito del mezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: