Ondate di pugliesi dal Nord, hotel per la quarantena

Di nuovo ondate di pugliesi che tornano in Puglia dal nord. E con loro arrivano migliaia di possibilità di contagio in più. Sarebbe opportuno che il governatore Michele Emiliano e le autorità sanitarie insieme alla Protezione civile blocchino nelle stazioni questi cittadini e requisiscano alberghi per la quarantena. In particolare, ieri sera sono stati segnalati tanti viaggiatori a bordo del Milano-Lecce delle 20.50 e quello partito alle 19.50 dalla stazione di Milano. “Avrete probabilmente esibito ai soldati alla stazioni le vostre legittime autocertificazioni – dice Emiliano rivolgendosi a questi viaggiatori – sulla motivazione del vostro ritorno, spero che abbiate le mascherine e che teniate la distanza di un metro l’uno dall’altro in treno. Fatto sta che ci state portando tanti altri focolai di contagio che avremmo potuto evitare”.
In pochi giorni migliaia e migliaia di persone hanno fatto rientro in Puglia aggravando la già drammatica situazione. Va ricordato che appena arrivati devono richiudersi in casa e stare lontani da genitori, fratelli, nipoti, amici, nonni e malati che rischiano di morire se contagiati. Devono rimanere in casa almeno per altri 14 giorni e comunque per tutto il tempo di durata del decreto del Presidente del Consiglio. E devono dichiarare la loro presenza sul sito della Regione Puglia come disposto con ordinanza la cui violazione determina il reato di cui all’art.650 cp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: