La rabbia della gente rimasta fuori alle Poste

Momenti di tensione agli uffici postali del Sud Est Barese, che in questi giorni di emergenza hanno ridotto l’orario di apertura. Tante le segnalazioni giunta a Sud Est Online: all’orario di chiusura c’erano ancora persone in fila che volevano essere servite, ma le dipendenti, come da disposizione dell’azienda, hanno chiuso. «È rimasta in ufficio a finire alcune pratiche la direttrice che ha chiamato i carabinieri per salvaguardare la propria incolumità – riferisce la Slc Cgil -.Abbiamo informato l’azienda di quanto accaduto, perché vogliamo ribadire ancora una volta che i lavoratori postali sono a rischio contagio e stanno subendo intimidazioni e insulti da settimane a causa delle code che si formano all’esterno degli uffici. Dal 26 marzo inizierà lo scaglionamento del pagamento delle pensioni e sarebbe pertanto necessario allertare le autorità locali e di polizia per il presidio degli uffici postali in quei giorni cruciali per evitare che la situazione degeneri»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: