Puglia, coronavirus, bollettino serale sconfortante, 120 positivi e 10 decessi

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì 8 aprile, in Puglia, sono stati registrati 1.344 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 120 casi, così suddivisi:

 

27 nella Provincia di Bari;

35 nella Provincia Bat;

22 nella Provincia di Brindisi;

17 nella Provincia di Foggia;

5 nella Provincia di Lecce;

9 nella Provincia di Taranto,

5 non la cui provincia di appartenenza non è attribuibile.

 

Sono stati registrati oggi 10 decessi: 4 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce

1 nella provincia di Bari, 1 nella provincia di Brindisi, 1 nella provincia Bat e 1 nella provincia di Taranto.

 

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 24.493 test.

Sono 177 i pazienti guariti.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 2.634 così divisi:

 

861 nella Provincia di Bari;

212 nella Provincia di Bat;

284 nella Provincia di Brindisi;

652 nella Provincia di Foggia;

389 nella Provincia di Lecce;

201 nella Provincia di Taranto;

25 attribuiti a residenti fuori regione;

10 per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 8/4/2020 è disponibile a questo link: http://rpu.gl/bollettinoepid20200408

 

N.D.R.  Inutile nascondere che si attende ormai la discesa della curva, e in qualche momento è sembrato che la discesa stesse per iniziare, ma purtroppo la curva resta stabile, e questo non può che provocare un certo sconforto. Certo ci sono da considerare i focolai delle case di riposo, ma al momento la situazione non migliora, sebbene si resti ampiamente sotto i casi preventivati, ma questo da un lato avvalora l’efficacia delle regole imposte e dall’altra deve spingerci a non abbassare la guardia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: