30 contagi in stabilimento lavorazione carni, 100 i tamponi

Dopo i 34 casi di positività al Covid 19 riscontrati tra i dipendenti di uno stabilimento di lavorazione carni a Palo del Colle, il Dipartimento di Prevenzione della ASL di Bari ha messo a punto un immediato piano di gestione e contenimento del contagio che prevede l’esecuzione di 400 tamponi, in aggiunta ai 110 già effettuati nei giorni scorsi al termine dei quali sono risultati positivi 34 lavoratori, per la maggior parte impiegati nel reparto macellazione.

A partire da oggi saranno effettuati 100 tamponi al giorno e riguarderanno i dipendenti che operano nei reparti produttivi, inclusa l’amministrazione, il servizio mensa, pulizia e trasporti. Le procedure di sorveglianza epidemiologica sono mirate a circoscrivere la zona del contagio e a verificare gli eventuali contatti dei dipendenti positivi con gli operatori di altri settori e servizi all’interno dello stabilimento. Per i casi positivi è stato disposto l’isolamento domiciliare, come previsto dai protocolli sanitari nell’ambito della emergenza Covid.

Il Dipartimento di prevenzione della ASL – sentito il servizio SIAV (servizio veterinario sanità animale) – assicura che non c’è alcun rischio di contaminazione della carne, in quanto – come dimostrato dalla letteratura scientifica – il Covid 19 non contamina gli alimenti.

Sono inoltre state definite misure preventive stringenti per mettere in sicurezza lo stabilimento e contenere la diffusione del contagio da parte della azienda con l’utilizzo corretto dei DPI, il distanziamento sociale tra gli operatori e tutte le procedure stabilite dal protocollo nazionale di gestione della emergenza sanitaria in corso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: