Emergenza coronavirus, l’Anci, Vitto e la fase2

Oggi, il direttivo di A.N.C.I.- Puglia, in seguito alla nota urgente di sostegno a Comuni e imprese inviata il 24 aprile scorso, dal presidente Domenico Vitto, è stato convocato il tavolo di concertazione, in video conferenza, dal Governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano. Il presidente dell’associazione dei comuni pugliesi, Domenico Vitto richiamando la crisi economico sociale che affligge il Paese, ha evidenziato e sottoposto all’attenzione delle istituzioni una serie problemi urgenti che attanagliano il territorio, ribadendo la necessità dell’intervento, immediato e indifferibile, ai vari livelli di governo regionale e nazionale. Vitto ha sottolineato la situazione critica legata alla scarsità di risorse dei Comuni determinata dalle mancate entrate dei tributi locali e, ancor più, aggravata dalle tante e nuove situazioni di povertà che chiedono, da parte degli enti locali, maggiore assistenza. “Altrettanto, importante”, per il sindaco Vitto, “è la necessità di riavviare il settore turistico e la difficoltà di controllare il contingentamento dei flussi di persone su luoghi e spiagge pubbliche vista, anche, la carente dotazione organica della Polizia locale, oggi, peraltro, impegnata allo stremo. Servono”, ha continuato il Sindaco di Polignano a Mare, “decisioni forti per favorire la ripartenza di attività economiche in grave crisi, così come occorre stanziare risorse a fondo perduto da destinare alle imprese colpite pesantemente dal lockdown, che difficilmente riapriranno. Fondi, questi ultimi che le aziende utilizzerebbero  per sostenere spese di gestione e canoni di locazione. Inoltre”, ha concluso il presidente di A.N.C.I Puglia, “occorre che vengano emanate chiare disposizioni e risorse, anche, in favore del comparto agricolo i cui raccolti, in molti casi come per esempio le ciliegie, stanno giungendo a maturazione e che necessitano di cospicua manodopera. Per quanto riguarda, poi, il settore della cura della persona completamente bloccato  fino a giugno”, ha concluso Domenico Vitto, “questo andrebbe salvaguardato, per evitare il crescere di attività in nero, attraverso una anticipazione delle riaperture magari ponendo determinate condizioni di sicurezza. Infine, non può essere dimenticato il settore extralberghiero dei B&B, fondamentale per il turismo, ma che non può beneficiare di sussidi. I sindaci sono continuamente in trincea e chiedono sostegno urgente per fronteggiare le ripercussioni economiche, sociali e umanitarie dell’emergenza e per ripartire. Servono decisioni forti e condivise per affrontare il difficile periodo di transizione ma, anche, per costruire la ripartenza” ha evidenziato, senza mezzi termini, Domenico Vitto che ha posto l’accento sull’importanza fondamentale del fattore tempo. Anche per questo, in materia di controllo spiagge occorre verificare possibilità di un coinvolgimento attivo associazioni del terzo settore con un eventuale potenziamento risorse umane. Un pacchetto di interventi che non può prescindere, anche dal ricorso a fondi regionali ed europei, oltre che nazionali. Il presidente di A.N.C.I. – Puglia, ha chiesto di smistare i fondi regionali e comunitari, destinati alle attività di spettacolo, che quest’anno non si terranno, in favore dei settori più colpiti dalla crisi. Per queste ragioni emergenziali occorre erogare fondi alle famiglie per l’acquisto di attrezzature informatiche come p.c., tablet, canoni reti wi-fi, onde poter consentire agevolmente a tutti gli studenti la partecipazione lezioni on-line. Da ultimo e non per ultimo va sottolineato la questione legata ai servizi sociali, su cui occorre riflettere, perché diventa impossibile, con i fondi, ad oggi esistenti, fornire i maggiori servizi occorrenti a causa dell’emergenza. Un’altra idea che i Comuni pugliesi sottopongono alle istituzioni è quella della sospensione dei pagamenti, magari sotto forma di compensazione da parte di Regione e Governo, delle tassazioni come Tosap, Tari, addizionali Irpef, ecc., per i piccoli imprenditori che avendo bloccato le loro attività non sanno come affrontare questi pagamenti. Al termine dell’incontro un particolare ringraziamento, per le attività fino ad oggi poste in essere, è stato espresso al Presidente nazionale dell’A.N.C.I., Antonio Decaro e nei confronti del Governo.

 

#rispettiamoleregole  #restiamoacasa  #insiemecelafaremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: