Monopoli: buoni spesa, la replica di Mitrotti

Il confronto a distanza tra l’assessore Ilaria Morga e l’avvocato Michele Mitrotti sulla questione buoni spesa e presunte incompatibilità, non è finito. Nella serata di ieri è giunta in redazione una nota di replica dell’avvocato Michele Mitrotti, che riportiamo di seguito.

Egr. Direttore,

spero mi darà la possibilità di replicare, secondo legge, alle dichiarazioni rese in data 27/04/2020 dall’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Monopoli mediante comunicato stampa riportato dalla Sua pregiata testata giornalistica. “in data 27 aprile apprendo tramite il suo mezzo di informazione che l’Assessore Ilaria MORGA trasmette un comunicato stampa in relazione a due miei video pubblicati in data 23 e 25 aprile 2020 sulla mia pagina di Facebook ( visibili e confrontabili da tutti) in relazione all’assegnazione dei buoni alimentari. In particolare l’ Assessore Ilaria MORGA lamenta di essere stata sottoposta dal sottoscritto ad una gogna mediatica attraverso la comunicazione di notizie false, tendenziose e mirate esclusivamente ad un attacco politico privo di fondamento. Orbene, la stessa Assessore Ilaria MORGA conferma, però, quanto da me supposto ovvero che un parente strettissimo, da lei stessa indicata nel padre Giuseppe, ha presentato domanda di bonus alimentare a favore di famiglie bisognose ottenendo l’accoglimento con la Determina Dirigenziale n. 453 del 06/04/2020 e si giustifica asserendo che il padre abbia rinunciato agli stessi buoni alcuni giorni dopo la promulgazione della Determina, con in atti del Comune. A questo punto, egregio Direttore, dato che sono stato accusato di essere un istigatore, diffamatore e persecutore politico mi deve consentire alcune precisazioni e repliche sperando che la solerte MORGA mi risponda pubblicamente in tempi brevi: a) Innanzitutto l’ Assessore Ilaria MORGA non fa alcuna menzione dei motivi per cui in data 23/04/2020 non sia riportato l’elenco completo dei beneficiari indicati nella Determina n.453 pubblicata sulla pagina ufficiale del Comune di Monopoli ma la lista si fermi al n.63, come da me evidenziato nel video del 23/04/2020: nessuna smentita da parte dell’Assessore sul nominativo M.G. indicato al n.64 e, guarda il caso, il primo a non essere pubblicato; nel video del 23 aprile produco dinanzi alla telecamera la lista stampata dal sito. b) Una seconda questione riguarda la rinuncia dei buoni: anche in questo caso l’ Assessore Ilaria MORGA nulla riferisce circa la data di deposito ed il numero di protocollo della rinuncia ai buoni alimentari effettuata dal padre, né tantomeno alcuna menzione è fatta delle sorti dei buoni assegnati al genitore, ben riconoscibili da precisi codici identificativi. c) Ancor di più nessuna menzione è fatta dall’Assessore dei motivi per cui soltanto dopo bel 17 giorni in data 23/04/2020 (la stessa data del mio primo video ma soprattutto la stessa data di deposito al Comune di Monopoli della mia richiesta di accesso agli atti ed alla Determina n.453 del 06/04/2020) sia pubblicata una nuova Determina n. 522 ( visibile e pubblica sul sito del Comune) in cui si prende atto della rinuncia ai buoni da parte di Giuseppe MORGA, padre dell’ Assessore Ilaria MORGA, senza alcun riferimento alla data di deposito ed al numero di protocollo della dichiarazione di rinuncia ai buoni alimentari ovvero della sorte e della successiva assegnazione dei buoni ( ben rintracciabili dal loro codice identificativo). d) Ed ancora, nessuna menzione è fatta dall’Assessore dei beneficiari dei buoni alimentari, suoi parenti stretti e costituenti il nucleo familiare del padre Giuseppe, che li avrebbero utilizzati: nessuna precisazione sulla esistenza di una ditta, nessuna precisazione sulla proprietà o meno di veicoli o attrezzature( che, comunque, SEZ. di Monopoli FORZA NUOVA – Sezione di Monopoli Via Marsala n.12 – 70043 Monopoli (BA) Tel. 080. 6922591 – Cell.3491406070– e mail: destramonopoli@libero.it ___ Pagina 2 fanno reddito), nessuna precisazione su un’eventuale attività professionale retribuita, nessuna precisazione su un’eventuale percezione di altri sussidi covid 19. e) Ma, soprattutto, stupisce il sottoscritto che l’ Assessore Ilaria MORGA, nel suo comunicato, non abbia fatto alcuna menzione della lettera inviata il 27/04/2020 ( ben 21 giorni dopo l’assegnazione) al Sindaco, al Segretario Generale del Comune, al Presidente del Consiglio Comunale, al Presidente della Commissione Covid 19 in cui comunicava la vicenda e, soprattutto, portava loro a conoscenza della rinuncia ai buoni alimentari da parte del padre ( perché cosi in ritardo e solo dopo i miei video?). Attraverso i miei filmati ho solo voluto affrontare eticamente e moralmente la questione politica senza mai voler entrare sulla condizione intima e personale del sig. MORGA Giuseppe e dei suoi conviventi, fermo restando ogni dichiarazione resa dagli stessi e sottoposta, come riferito dallo stesso Assessore Ilaria MORGA, ad un controllo incrociato da parte della polizia tributaria. Purtroppo le formali dichiarazioni rese dalla stessa MORGA confermano quanto da me sostenuto nei video ossia che un parente stretto dell’Assessore ai Servizi Sociali ha presentato domanda ed ottenuto CON Determina n. 457 l’assegnazione di buoni alimentari per un valore di 450 euro: se vi abbia, poi, rinunciato, quando, in che modo e per quali motivi non è una questione mia personale ma, stante le ultime dichiarazioni rese dalla stessa MORGA, diventeranno, certamente, oggetto di un approfondimento, palesata la sua idea di confrontarci nelle sedi opportune. Mi sia consentito, a questo punto, Direttore, una domanda: cosa sarebbe accaduto se non fosse uscito il mio video? Dove sono ora i buoni alimentari disposti per il MORGA e dallo stesso rinunziati? Concludo con una domanda pubblica per l’Assessore Ilaria MORGA, sperando che la stessa mi risponda con la tempestività con cui ha commentato il mio video del 25/04/2020 e non, si spera, nei tempi in cui ha informato gli apparati Amministrativi: cosa pensa moralmente ed eticamente Lei Assessore MORGA di una persona che pubblicamente in un video si fa promotore di una campagna gratuita e solidale di raccolta di beni alimentari a favore delle famiglie bisognose chiedendo ai cittadini monopolitani di contribuire gratuitamente e poi la stessa persona si pone come antagonista e concorrente proprie contro quelle persone bisognose nella richiesta dei buoni alimentari distribuiti gratuitamente dall’Assessorato amministrato dalla figlia? Cosa penseranno moralmente ed eticamente di questa persona quelle famiglie bisognose e gli stessi donatori e benefattori dei prodotti alimentari? Ovviamente il video è a Sua disposizione ma credo lo conosca già visto che è in rete. Io, credo, caro Assessore che queste persone in difficoltà si sentano oggi, se mi consente il paragone, come colui che ha tanto creduto ed amato una persona tanto da donargli o intestargli una proprietà, un terreno, un locale, magari una palazzina in centro e poi si vede abbandonato, addirittura rinnegato o disconosciuto una volta caduto in disgrazia.”

Grazie per la pubblicazione

Monopoli 27/04/2020

Avv. Michele MITROTTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: