Monopoli, cosa succede a Porto Marzano?

Un lettore ci scrive per denunciare, anche attraverso alcune foto, quanto succede a Porto Marzano Piccolo a Monopoli. La nostra redazione, dall’inizio, ha inteso assumere una posizione oggettiva, difendendo il diritto di cronaca e di informazione e stimolando sempre e soltanto le Autorità preposte a fare chiarezza su una situazione al limite del paradosso, senza voler demonizzare proprietari, gestori o fruitori della spiaggia libera. Quanto di seguito riportato vuole rappresentare un ulteriore elemento di riflessione per proprietari, gestori, cittadini e, soprattutto, Istituzioni super partes che dovrebbero fare chiarezza su questa situazione non piacevole per nessuno degli attori in questione.

Ecco quanto segnalato:

Ebbene sì….tante grazie al demanio che dopo anni (7 anni) ha finalmente “delimitato” la fascia di propria pertinenza in una zona di costa nella quale le particelle di proprietà privata arrivano invece a lambire le acque del mare. Peccato che il tanto agognato provvedimento,  che avrebbe dovuto avere la conseguenza di consentire finalmente alla cittadinanza la libera fruizione di quella parte di costa riconosciuta finalmente come “demaniale” , sia rimasto del tutto inefficace dal momento che il comune non solo non ha assunto alcuna misura per garantire il libero accesso al tratto di costa, ma abbia addirittura consentito che fosse definitivamente chiuso ogni passaggio per accedervi!!! Infatti, da qualche giorno, è  stato murato (N.D.R. al momento non si sa da chi) anche il varco prima esistente che consentiva di accedere al tratto di scogli oggetto di delimitazione demaniale … Ma allora la domanda che sorge spontanea è: a cosa è  servito aver avviato tutto questo procedimento,  avere atteso anni affinché giungesse a termine e riconoscesse la natura demaniale della zona, se poi a nessuno è  consentito accedervi se non ai clienti del lido?”.

L’Amministrazione Comunale, di concerto con la Capitaneria di Porto, proprietari e gestori dovrebbe chiarire una volta per sempre come stanno le cose a Porto Marzano piccolo, al fine di evitare inutili e dannose contrapposizioni di campo, definendo, in maniera inequivocabile anche a mezzo apposita segnaletica, se, a chi e come è concesso l’accesso a quel tratto di costa. Nel 2020 è impensabile che ancora si vive in questo imbarazzo del diritto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: