Polignano, Bianco (FI) che ne è del Pum?

Caos Pum: è in vigore o è stato ancora rimandato? Franco Bianco di Forza Italia: “Pronti a consegnare le firme della nostra petizione popolare”
Riceviamo e pubblichiamo di seguito, la nota di Franco Bianco, segretario del Gruppo di Forza Italia di Polignano, relativa al Pum
Cosa ne è del Pum? Questa è la domanda del momento, che si fanno tanti cittadini polignanesi. Gli atti ufficiali e pubblicati dicono che il Pum è entrato in vigore il 1 giugno, ma le voci che circolano sono diverse: si dice infatti che ci sia ancora uno slittamento, fino al 15 giugno, mentre il consigliere Franco Mancini, in una intervista rilasciata alla stampa locale, aveva dichiarato che avrebbe chiesto il rinvio totale all’anno prossimo, in attesa di completare il processo di revisione avviato prima dell’inizio dell’emergenza sanitaria. Ma al momento, non ci sono informazioni certe. Come comportarsi quindi?
L’opposizione consiliare di Forza Italia continua la sua battaglia, insieme al comitato cittadino No Pum, perché insieme ritengono che questo rinvio non basta, poiché il Pum, così come è stato concepito, non viene incontro alle reali esigenze della popolazione polignanese. Per queste ragioni, dinanzi all’incertezza di questi giorni, il gruppo di Forza Italia ha deciso di consegnare le firme della petizione popolare raccolte all’inizio dell’anno.
“Vogliamo continuare la nostra battaglia – spiega il segretario di Forza Italia Franco Bianco – perché più di mille cittadini hanno espresso con forza la volontà di modificare il Piano della Mobilità Urbana, che non soddisfa le esigenze della maggioranza della popolazione. Noi chiediamo un rinvio totale all’anno prossimo, così da avere il tempo necessario per completare il processo di revisione già avviato. L’amministrazione deve cambiare completamente modo di agire: invece di rimandare di mese in mese, dovrebbe dire una volta per tutte quello che intende fare, rinviando l’attuazione del Piano all’anno prossimo”.
“L’Amministrazione aveva promesso che avrebbe introdotto le modifiche prima di attuare il Pum, ma così non è stato, anche a causa dell’emergenza sanitaria. – dice ancora il segretario Bianco – Tuttavia il Pum si può rimandare all’anno prossimo con tutte le modifiche necessarie per migliorare la qualità della vita dei polignanesi. Per questo, noi siamo disposti a consegnare le firme della nostra petizione popolare, che ha avuto un grande seguito tra i polignanesi. Purtroppo, l’emergenza sanitaria ci ha fermato ma abbiamo raccolto più di mille firme, grazie anche al prezioso lavoro del Comitato No Pum. E’ evidente che il Pum è un problema particolarmente sentito dalla popolazione e noi abbiamo anche raccolto tanti suggerimenti e proposte di modifica, che consegneremo insieme alle firme raccolte. Noi, come al solito, ci faremo portavoce delle necessità dei cittadini, come sempre abbiamo fatto, visto che l’amministrazione in più occasioni si è dimostrata sorda. Intanto non possiamo che sottolineare quanta incertezza sull’entrata in vigore del Pum: è entrato in vigore oppure no? E se no, quando entrerà in vigore? Non si può amministrare un paese facendo vivere i cittadini nell’incertezza continua, tutto questo è sinonimo di incapacità amministrativa. Tanti cittadini ci chiedono informazioni sul Pum ma non sappiamo cosa rispondere – conclude Franco Bianco – Si ha come l’impressione che la nostra sia una città governata da nessuno. E’ questo quello che accade quando c’è un uomo solo al timone, e non una vera squadra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: