Conversano – Viaggio nella crisi: Leu la apre il 7 gennaio 2019

Domenica 20 e lunedì 21 settembre Conversano tornerà alle urne per eleggere, appena 2 anni dopo, il sindaco e il consiglio comunale. I lettori chiedono notizie sulle cause della interruzione anticipata dell’amministrazione Loiacono, mandato a casa il 20 maggio scorso dopo aver cambiato 10 assessori, aver perso 4 consiglieri della sua maggioranza e aver accolto un transfuga dalla opposizione.
LEU APRE LA CRISI IL 7 GENNAIO 2019
La crisi viene aperta ufficialmente da LEU, partito che raccoglie poco meno di 500 voti ed ottiene il ripescaggio di un consigliere e la nomina di un assessore, subito dimessosi (Enrico Grifoni) e sostituito con Gianluigi Rotunno, in prima battuta non desiderato da Loiacono. LEU, va detto, non si è ripresentata alle elezioni e 4 esponenti di quella lista si sono candidati in una civica, Conversano Bene Comune.

LA LETTERA
Leu esordisce contestando i comportamenti di Loiacono che non coinvolge la maggioranza. Duri gli attacchi all’allora assessore Ciccio Magistà: “Provvedimenti assunti scontano un modus operandi vecchio a ancora una volta poco trasparente”. “Il caso del contributo ex post alla sola associaizone Con Loro senza un regolamento di accesso e senza avere informato di analoga opportunità altre organizzazioni del terzo settore, operanti nella nostra comunità, danneggia la stessa Con Loro (cosa che non doveva succedere) e penalizza molti più cittadini”. Leu contesta “la gestione del Natale conversanese”. Protesta per le “proroghe concesse senza gare di appalto e verifiche sui risultati”. Leu contesta i “ritardi su Ex Gil, case popolari, Pirp, contrada Martucci”. Leu, già il 7 gennaio chiede un rimpasto di giunta che si concretizza, in realtà, nella rimozione dell’architetto Enrico Grifoni, professionista che si era distinto fin li, sostituito dal solito Rotunno. Una manovra di potere, l’ennesima, architettata dal discusso ex socialista, ex Ds, ex tutto, che entra in giunta e provoca con i suoi comportamenti il naufragio politico della coalizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: