Monopoli, mensa sociale, “amministrazione incapace e irresponsabile”

Riceviamo e pubblichiamo la nota dei consiglieri comunali di Spazion Civico Silvia Contento, Francesco Tamborrino, Carlo Maria Maione, sulla questione mensa sociale a Monopoli.

Lo avevamo presagito qualche settimana fa – dichiarano i consiglieri comunali di Spazio Civico – la confusa situazione all’interno della maggioranza, l’assenza di Assessori in comparti determinanti, come quello dei Servizi Sociali, sta causando gravi danni alla nostra città.

Sono diversi oramai i cittadini che ci hanno segnalato – disperati – che da domenica scorsa a Monopoli non è più attivo il “Servizio di mensa Sociale”: ora, tantissimi nostri concittadini e concittadine che versano in condizioni disagiate, non hanno più neppure la garanzia di poter beneficiare di un pasto completo al giorno.

Quello che più è sconcertante – sostengono Contento, Tamborrino e Maione – è che il Sindaco abbia pensato bene di non informare per tempo non solo quelle persone che beneficiavano di questo servizio, ma neppure il resto della cittadinanza, con una comunicazione ufficiale. Nessuna traccia di questa chiusura neanche sulla sua Pagina facebook (ufficiale o privata che sia) ormai diventata l’unico canale attraverso il quale, quando ha tempo e quando la notizia “crea seguito”, informa la città.

E’ importante che i monopolitani sappiano quanto il Comune investe, ogni anno, per questo importante servizio di grande utilità sociale: concessione in uso della struttura e parte del costo dei pasti, di tutto il resto se ne fa carico l’Unitalsi (dal 2012), grazie anche all’aiuto di molti cittadini, e ha diritto ad un rimborso massimo di 7mila Euro l’anno per tutte le spese di gestione rendicontate.

E mentre assistiamo al proliferare di affidamenti diretti per lavori di ogni genere (anche in spregio alle procedure di evidenza pubblica a garanzia della trasparenza e dell’economicità dei servizi) per la Mensa Sociale si continua da anni con complesse procedure – ben consci che ci si ritroverà sempre con un solo partecipante – e ricorrendo a molteplici proroghe perché, puntualmente, non si riesce a completare per tempo utile le procedure messe in atto.

La convenzione con L’Unitalsi è scaduta da quasi un anno e fino ad oggi si è proceduto con una serie di proroghe, nel frattempo a luglio è stato pubblicato il nuovo bando, ma ad oggi non solo non è stata sottoscritta alcuna nuova convenzione, ma non sono state pagate neppure tutte le somme arretrate.

Ci dica signor Sindaco, come mai per il Natale, per gli “eco-animatori” che suonano in spiaggia, per i falò, per le associazioni sportive e per tante altre iniziative lei e la sua giunta riuscite sempre a trovare in bilancio le somme necessarie e invece per la Mensa Sociale no?

Signor Sindaco, Lei e la sua Amministrazione dovreste vergognarvi per quanto sta accadendo!

Vi consigliamo di andare sui social e leggere quanto scrivono alcuni nostri concittadini in merito a questa triste situazione, c’è chi scrive: “…mi chiedo i disagiati come me da domani cosa fanno?…se non si ha la possibilità di comprarsi da mangiare…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: