Il covid 19 ferma anche il Carnevale di Putignano

Una notizia che non avremmo mai voluto dare e che riportiamo dalla comunicazione ufficiale del Carnevale di Putignano.
Anche per noi arriva il momento delle scelte difficili, quelle che abbiamo cercato in tutti i modi di evitare sperando in tempi migliori. Ma il crescente peggioramento dell’emergenza sanitaria ci impone l’obbligo di rompere gli indugi ed ufficializzare una notizia che oramai era nell’aria: salta la rassegna invernale della 627/ma edizione del Carnevale di Putignano.
Per settimane ci siamo confrontati nel CdA sulle sorti della manifestazione, abbiamo atteso fino all’ultimo prima di prendere questa sofferta decisione, auspicando che la diffusione del Covid non pregiudicasse il regolare svolgimento degli eventi. Purtroppo, anche alla luce delle ultime disposizioni governative, sappiamo che non è così. Dobbiamo fare i conti con un nemico silenzioso, capace di condizionare la nostra vita e soprattutto i nostri momenti di socialità.
L’appuntamento, però, è solo rimandato. Al momento siamo concentrati su un’ipotesi di lavoro “alternativa” che prevede l’organizzazione del nostro carnevale durante il periodo estivo: l’obiettivo è di dar vita alle classiche sfilate dei carri allegorici, dei gruppi mascherati e delle maschere di carattere nel mese di luglio, mentre ad agosto vorremmo riproporre il format “Botteghe Aperte” che ha riscosso grande successo nell’estate 2019.
Ai maestri cartapestai, alle maestranze, agli artisti, ai tecnici e a tutti coloro che come semplici volontari hanno dato in questi anni il loro contributo per la crescita del carnevale, va il nostro più sentito abbraccio. Bisognerà stringere i denti ancora un po’, ma pensate a quanto sarà bello festeggiare la fine di questo incubo indossando la nostra maschera di carnevale più bella.
Naturalmente non ce ne staremo con le mani in mano, ci sono tantissime altre attività da mettere in cantiere e sviluppare in questo momento di stop forzato, compatibilmente con le restrizioni che ci vengono imposte. Pensiamo, ad esempio alla realizzazione del museo del carnevale o alla creazione di un archivio storico del carnevale, di cui Putignano ha enorme bisogno per accrescere ulteriormente la propria identità.
Nel frattempo stringiamoci idealmente attorno al nostro amato Farinella, consoliamolo come si fa con il nostro amico più caro, non facciamolo sentire troppo solo in tutti questi mesi“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: