Polignano, Pellegrini, “più attenzione per i diversamente abili”

La Puglia diventa sempre più una regione dove le vacanze sono a misura di disabile. Infatti, aumentano le amministrazioni comunali che si stanno impegnando ad abbattere le barriere architettoniche presenti nelle spiagge. Dal nord della Puglia, fino al Basso Salento, sono tanti i comuni turistici che stanno mettendo in atto progetti e iniziative dedicati ai diversamente abili, con l’obiettivo di permettere loro di vivere un’estate serena e spensierata al mare. La Giunta di Barletta, ad esempio, ha progettato una importante iniziativa dedicata alle persone diversamente abili, con l’intento di garantire la libertà di accesso e fruizione delle aree demaniali anche per i diversamente abili. Il progetto è stato sottoposto ad uno specifico avviso regionale con un finanziamento massimo di 20mila euro. Anche il Comune di Giovinazzo ha abbattuto le barriere del mare, permettendo a coloro che soffrono di disabilità di poter vivere serenamente le vacanze. 

Nuove passerelle, una pedana, un percorso tattile, tre posti auto per i disabili: così a Torre Canne, invece, si pensa a rendere la spiaggia a misura dei diversamente abili, consentendo a tutti di fruire del mare della frazione di Fasano in totale indipendenza e sicurezza per una città sempre più inclusiva e orientata all’integrazione. Dopo il finanziamento di 659mila euro ottenuto per la riqualificazione del molo, è arrivato il progetto di valorizzazione e attrezzamento della spiaggia per la libera balneazione delle persone diversamente abili, che è stato approvato in giunta ed è stato finanziato dalla Regione Puglia per quasi 20mila euro. E aumentano anche sempre di più le iniziative supportate dall’Amministrazioni che coinvolgono le associazioni di volontariato e i disabili pugliesi.

“A Polignano sembra che l’estate sia meno accessibile ed inclusiva – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Noi al Centro – perché ad oggi non si conoscono iniziative dell’Amministrazione Vitto dedicate o pensate per i diversamente abili. Con molta probabilità, considerato che siamo ormai a luglio, questa sarà l’ennesima estate senza il progetto finanziato dall’Amministrazione e che coinvolgeva le associazioni di volontariato e i disabili del nostro paese, presso la spiaggia di Cala Fetente. Dopo tantissime edizioni, durante le quali sono stati raggiunti importanti risultati, questa sarà la seconda estate privata ai diversamente abili di Polignano. Eppure si parla di un progetto che non dovrebbe avere un peso enorme sul bilancio comunale. Sicuramente il Covid ha inciso molto, ma è altrettanto vero che oggi più che mai i nostri disabili avrebbero bisogno di godersi il mare proprio in virtù dei tanti mesi passati reclusi in casa in isolamento. Che fine ha fatto questo progetto? Perché l’Amministrazione Vitto continua ad essere poco attenta al tema della diversabilità? – si chiede Pellegrini – Tutti hanno diritto a godersi l’estate e il mare, in modo particolare i nostri ragazzi diversamente abili, già provati dai mesi di lockdown. Ci auguriamo che l’Amministrazione Vitto e il settore dei servizi sociali possano rimediare, mostrando certamente più sensibilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: