Gli uccelli cambiano scoglio, Polignano perde finanziamento

DAL M5S RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
POLIGNANO, LA GHEZZA (M5S): INTERROGAZIONE SUL GABBIANO CORSO E LA SUA FUGA DALLO SCOGLIO DELL’EREMITA

“Quali operazioni l’Amministrazione intenda porre in essere e come abbia speso o intenda spendere i fondi disponibili per la tutela del Gabbiano corso, anche per evitare la procedura d’infrazione comunitaria, che avrebbe ricadute sulle tasche dei cittadini”. A chiederlo alla Giunta Vitto è la consigliera comunale Maria La Ghezza in una interrogazione depositata nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale per chiedere conto della possibile fuga del Gabbiano corso dallo Scoglio dell’Eremita.

“Il Gabbiano corso aveva formato la prima e, ad oggi, unica colonia nel mare Adriatico italiano sullo Scoglio dell’Eremita, a 50 metri di distanza dall’abitato di Polignano – dichiara La Ghezza (M5S) – L’isolotto, pertanto, fu designato il 7 marzo 2017 dalla Giunta regionale pugliese zona di protezione speciale (ZPS) ai sensi della Direttiva Ue ‘Uccelli’, applicando le misure di conservazione obbligatorie derivanti dai provvedimenti ministeriali e regionali in materia anche nell’area buffer di 250 metri di ampiezza. La Regione Puglia, con risorse finanziarie dei fondi strutturali Ue 2014/2020 ha investito quasi 300mila euro – continua la consigliera 5 Stelle – per la protezione e il monitoraggio della colonia del Gabbiano corso, soldi assegnati nel 2018 al Comune di Polignano”.

Da allora, però, non sono state rese note azioni per la protezione effettiva tranne, nel 2018, l’attivazione di una richiesta di manifestazione di interesse per l’affidamento del servizio di monitoraggio e sorveglianza della colonia e dei servizi di comunicazione e merchandising, di cui sono sconosciuti gli esiti.

“Nella zona, si sono continuate a svolgere tutte le normali attività in egual modo – prosegue Maria La Ghezza (M5S) – incluse le giostre in occasione delle feste patronali. Gli zoologi del Centro Studi de Romita di Bari, nel luglio 2019, hanno denunciato che la colonia, protetta da numerose normative nazionali comunitarie e internazionali, fosse in pericolo. Un pericolo denunciato anche dal giornalista ambientalista Fabio Modesti nella primavera scorsa”.

Il timore sollevato dalla consigliera 5 Stelle è che il Comune di Polignano, a cui spetta assieme alla regione Puglia la tutela della zona dove è presente il Gabbiano corso, rischia di essere chiamato a rispondere, in sede di infrazione comunitaria, di negligenza soprattutto a fronte di risorse finanziarie comunitarie disponibili e non spese, destinate proprio a questo scopo.

“Ritengo che siamo ancora in tempo per salvare questa colonia – conclude Maria La Ghezza (M5S) – Per questo, ho chiesto al Sindaco e all’Assessore al Bilancio quali operazioni intenda attuare per tutelare effettivamente il Gabbiano corso che reputo un valore aggiunto per il turismo e l’ambiente del nostro comune”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: