Coltiva in casa la marijuana. 43enne in manette

Nella rete dei Carabinieri della Compagnia di Modugno questa volta è finito un 43enne, pluripregiudicato di Grumo Appula, che aveva ben pensato di coltivare, in proprio, piante di canapa indica. L’uomo è stato arrestato per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’intervento è stato effettuato dai militari della Stazione Carabinieri di Grumo Appula che, nei giorni precedenti, avevano notato un anomalo comportamento del 43enne. Per questo motivo, avuto fondato motivo che lo stesso potesse occultare o detenere qualcosa di illecito, i Carabinieri, la scorsa mattina, si sono presentati presso la sua abitazione.

Spiegati i motivi dell’intervento e della perquisizione, l’uomo ha spontaneamente consegnato un barattolo, in plastica, contenente 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, ripetendo più volte di non avere più nulla in casa. Tuttavia i militari hanno perquisito l’intera abitazione e le relative pertinenze trovando, accanto al garage, una stanza chiusa con catena e lucchetto di cui l’uomo inizialmente diceva di non ricordare dove fossero le chiavi.

Vista la determinazione dei Carabinieri, insospettiti per il comportamento assunto dal tizio, quest’ultimo ha finalmente trovato le chiavi del lucchetto aprendo la stanza. A questo punto per i militari è stato più facile comprendere il motivo di tutta quella resistenza, infatti, all’interno sono state trovate 17 piante di canapa indica in fase di essicazione ed una pianta in corso di vegetazione rinvenuta all’interno di un terreno poco distante, ma sempre nella proprietà dell’uomo.

L’operazione si è conclusa con il sequestro di oltre un chilogrammo di marijuana e per l’uomo sono scattate le manette con contestuale sottoposizione agli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G. di Bari, dovendo rispondere dell’accusa di “produzione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio”.

Ultimati gli accertamenti sullo stupefacente è emerso che erano ricavabili circa 700 dosi e al termine dell’udienza di convalida dell’arresto l’Autorità Giudiziaria ha disposto per l’obbligo di presentazione alla PG, per due volte al giorno.

L’attenzione dei Carabinieri della Compagnia di Modugno verso lo spaccio di stupefacenti è alta e negli ultimi due mesi sono state arrestate 9 persone, 4 sono quelle denunciate e 24 gli assuntori segnalati alla Prefettura. In totale sono state scoperte tre coltivazioni di canapa indica e sequestrati oltre 35 chilogrammi di marijuana, 28 grammi di hashish e 7 grammi di cocaina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: