Gioia, Mons. Satriano in visita nella chiesa di San Domenico

di ANTONELLA CAMPAGNA –Secondo me ogni presepe va visto in silenzio perché il mistero del Natale è avvolto dal silenzio e dalla gioia. Il silenzio ti mette in ascolto di una parola che è pronunziata ma è anche taciuta e allo stesso tempo nell’incontro con la Parola c’è l’incontro con Cristo e l’incontro con Cristo è gioia. La fede passa sempre attraverso l’ascolto, il vedere, l’annunciare. E quindi il presepe è una narrazione plastica che sarà sempre attuale”. Questo in sintesi è il pensiero che Monsignor Giuseppe Satriano, l’Arcivescovo della arcidiocesi Bari-Bitonto, ha espresso visitando il presepe di Mario Vacca . Dopo aver presieduto la Solenne Concelebrazione Eucaristica in Chiesa Madre, il vescovo si è recato nella chiesetta di San Domenico ed ha onorato la Confraternita con la sua visita. In San Domenico, Sua Eccellenza si è trattenuto a colloquiare con Vacca, soffermandosi dinanzi all’opera e ammirandone i dettagli; prima di allontanarsi ha potuto anche apprezzare il Crocifisso ligneo dello stesso scultore. Un incontro che ha portato grande gioia e che il priore Francesco Tuseo-Ferrer ha sintetizzato con queste parole: “Quest’anno la nostra Confraternita ha vissuto un Avvento al Natale molto speciale, culminato con la visita di Padre Arcivescovo Mons. Giuseppe Satriano alla comunità gioiese. Un momento carico di sguardi, parole e relazioni”. Una piacevole esperienza per la Confraternita del S.S. che in questi giorni è impegnata nella alla Colletta alimentare, in favore delle famiglie bisognose, attraverso l’instancabile lavoro dei volontari che curano l’Emporio Solidale, in primis del responsabile Caritas e coordinatore Saverio Gallo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: