L’istituto “Luigi Russo” di Monopoli, presenta l’album “Together”

“Together” è il titolo dell’album realizzato nel corso dell’estate 2022 dagli studenti del Liceo Musicale “Luigi Russo” di Monopoli (BA).

Si tratta del prodotto conclusivo di un progetto per l’ampliamento dell’offerta formativa dal titolo “Jazz & Pop Music Lab” finanziato dall’USR Puglia e indirizzato ai Licei Musicali per l’attivazione di percorsi extracurriculari dedicati al Jazz e ai Nuovi Linguaggi.

L’album, pubblicato alla riapertura dell’anno scolastico 2022/2023, oltre che su supporto fisico è fruibile anche su tutte le principali piattaforme digitali musicali a partire dal 16 settembre; il ricavato dei download sarà totalmente devoluto dal Liceo in beneficenza.

Il disco sarà presentato ufficialmente sabato 1 Ottobre alle 10.00 in una conferenza stampa-spettacolo aperta a tutti presso l’Auditorium dell’Istituto “Luigi Russo” in Via Beccaria a Monopoli (BA).

Il CD, che verrà distribuito alla stampa e al pubblico fino ad esaurimento delle disponibilità, include alcuni standard rivisitati dalla band degli studenti, alcuni brani celebri e brani inediti composti dagli stessi ragazzi.

Il risultato è un sound fresco, moderno e genuino come sono gli studenti del Liceo musicale, che hanno saputo esprimere in note e in versi il proprio vissuto, le proprie emozioni e le problematiche della delicata fase di passaggio adolescenziale.

Interverranno alla conferenza stampa i tutor didattici e gli esperti coinvolti nel progetto, il team di “Angapp Music”, casa discografica indipendente di Corato (BA) che ha prodotto il CD e il Dirigente Scolastico Adolfo Marciano.

Presenterà l’evento Alceste Ayroldi, critico musicale, saggista e firma della prestigiosa rivista specializzata “Musica Jazz”.

«Il disco è molto bello, indubbiamente: splendidamente suonato e cantato dai nostri studenti – conferma il Dirigente Adolfo Marciano – e poi mixato, inciso e confezionato con grande professionalità dagli amici di “Angapp Music” e di questo risultato, ovviamente, sono più che soddisfatto».

Prosegue «Ma, ancora di più, sono entusiasta del percorso che ha portato alla realizzazione del CD: si è trattato di un percorso “laboratoriale” nel senso più pieno di questa parola.
I nostri studenti sono stati messi alla prova da un autentico “compito di realtà”, espressione oramai entrata nel lessico comune del mondo della scuola, ma non sempre adeguatamente messa in pratica».

Spiega «Stavolta sì: i ragazzi hanno cooperato tra loro e con i loro tutor per la realizzazione di un prodotto artistico concreto. Hanno vissuto da protagonisti tutte le fasi di realizzazione del disco: dalla scrittura delle canzoni, all’arrangiamento, alle prove, alla registrazione e successiva incisione».

Conclude «È superfluo che vi racconti la loro gioia e commozione quando si sono trovati tra le mani la copia confezionata e incellofanata del loro lavoro. Un’emozione impagabile, anche per chi come me ha assistito a quel momento. Se davvero vogliamo combattere e vincere il virus della disaffezione, dell’apatia e dell’evasione che minaccia di spopolare le aule italiane, è da qui che bisogna partire: dare agli studenti vere motivazioni, la gioia del creare, dell’immaginare, del “mettere le mani” in qualcosa che possano sentire vicino a se stessi, alla propria vita, alle proprie emozioni. Questo abbiamo voluto fare con il nostro “Jazz and Pop Music Lab” e di ciò sono grato all’ideatore del progetto, il Professor Vincenzo Scarafile, docente della nostra scuola, e a quanti hanno collaborato al buon esito dell’iniziativa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: