Monopoli: “la decrescita felice: stili di vita e tecnologie per affrontare la crisi creando occupazione utile”

Questa sera 20 maggio nuovo incontro con ingresso libero dal titolo:  “la decrescita felice: stili di vita e tecnologie per affrontare la crisi creando occupazione utile” alle ore 20.00 presso l’auditorium della Chiesa del Sacro Cuore di Monopoli. Prosegue la serie di appuntamenti di “Naturalmente 2015” la Campagna di Sensibilizzazione, Informazione ed Educazione Ambientale (e non solo) coordinata da naturalMENTE in collaborazione con Salviamo il Paesaggio – Difendiamo i Territori Monopoli, Terra d’Egnazia, Salvaiciclisti Monopoli, il Comitato di Monopoli Stop TTIP e Circolo per la Decrescita Felice di Bari. Le associazioni coinvolte in “Naturalmente 2015” sono composte da cittadini, accomunati da uno spirito di profondo rispetto verso l’ambiente che si impegnano con tenacia, fantasia e creatività per tenere alto il livello di attenzione sulle emergenze del nostro territorio e del pianeta, proponendo modelli e stili di vita ecologici.  Sarà ospite Maurizio Pallante, fondatore e presidente del Movimento per la Decrescita Felice e autore di molti saggi di divulgazione scientifica sui rapporti tra ecologia, tecnologia ed economia, con particolare riferimento alle tecnologie ambientali. La decrescita è una rivoluzione culturale che non accetta la riduzione della qualità alla quantità, ma fa prevalere le valutazioni qualitative sulle misurazioni quantitative. Non ritiene, per esempio, che la crescita della produzione di cibo che si butta, della benzina che si spreca nelle code automobilistiche, del consumo di medicine, comporti una crescita del benessere perché fanno crescere il prodotto interno lordo, ma li considera segnali di malessere, fattori di peggioramento della qualità della vita. La decrescita è il rifiuto razionale di ciò che non serve. Non dice: «ne faccio a meno perché è giusto così». Dice: «non so cosa farmene e non voglio spendere una parte della mia vita a lavorare per guadagnare il denaro necessario a comprarlo». Se si riduce la durata del tempo giornaliero che si spende nella produzione di merci, aumenta il tempo che si può dedicare alle relazioni umane, all’autoproduzione di beni, alle attività creative: il prodotto interno lordo diminuisce e il ben-essere migliora. Saranno benvenute curiosità, domande e provocazioni. Si vuole, inoltre, che questi appuntamenti siano un momento piacevole, un interessante e amichevole incontro tra persone diverse. Difatti, a fine serata sarà possibile degustare le prelibatezze culinarie, in stile vegano o vegetariano, preparate e offerte da alcuni dei partecipanti. Gli organizzatori credono fermamente nell’importanza del “momento del convivio” come mezzo per socializzare, confrontarsi e lasciarsi contaminare, sentendosi più comunità. Si ricorda a chi voglia prender parte al banchetto di portare con sé un piatto, un bicchiere e delle posate, così eviteremo di utilizzare quelle di plastica e di produrre rifiuti. Le iniziative organizzate nell’ambito della Campagna “Naturalmente 2015” è a costo zero per chi partecipa e profitto zero per chi organizza, perché ZERO dovrebbe essere l’impatto di ciascuno di noi sull’ecosistema!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: