Emiliano sottoscrive il documento della Cia Puglialia per l’agricoltura pugliese

Il candidato Governatore pugliese Michele Emiliano ha incontrato quest’oggi i dirigenti regionali e provinciali della Cia – Confederazione italiana agricoltori di Puglia ed ha sottoscritto il documento di proposte politico-sindacali della Cia Puglia. Un incontro molto cordiale quello svoltosi questa mattina presso il Gran Hotel Leon d’Oro tra la Cia e il candidato Governatore Michele Emiliano. La Cia Puglia, infatti, in vista delle elezioni regionali del prossimo 31 maggio ha prodotto un documento di proposte politico-sindacali che ha sottoposto ai candidati alla carica di Presidente della Regione Puglia, e che quest’oggi è stato presentato dal Presidente della Cia regionale Raffaele Carrabba a Michele Emiliano, il quale lo ha firmato condividendone pienamente i contenuti. Un documento (che si allega in versione integrale e sintetica) nel quale la Cia evidenzia come le sfide dei prossimi anni sono molteplici e su di esse si giocano le possibilità di sviluppo: valorizzazione dei prodotti agricoli pugliesi oltre i confini nazionali e rafforzamento delle filiere “dalla terra   alla tavola” per recuperare competitività e redditività, trasferimento di conoscenza e ricerca verso il mondo agricolo, sostegno al ricambio generazionale e alla necessità di difendere le eccellenze pugliesi dalla contraffazione alimentare. Lo strumento da cui non si dovrebbe prescindere è la capacità di “fare sistema” da parte di tutti gli attori del mondo agricolo. L’agricoltura pugliese deve continuare a produrre alimenti in quantità e qualità sufficienti per le esigenze dei consumatori di tutto il Mondo, a rispettare il territorio a l’ambiente, a difendere la biodiversità, a valorizzare il lavoro”. Nel documento, poi, vengono affrontate una serie di questioni importanti per l’agricoltura pugliese: dal Psr alla legalità in agricoltura e sicurezza nelle campagne, dal tema del lavoro e della manodopera agricola a quello della Xylella fastidiosa, dagli indici di congruità alla semplificazione burocratica, alle crisi di mercato dei prodotti agricoli pugliesi, ai danni da selvaggina (lupi, cinghiali, storni), alla questione dei consorzi di bonifica, ai temi della contraffazione alimentare e della lotta alle frodi, alla multifunzionalità e agriturismo e , infine, al tema degli anziani e dei servizi socio sanitari, ai giovani e alle donne in agricoltura. Lo stesso documento è stato inviato al candidato Governatore Francesco Schittulli, che ha già comunicato la sua condivisione di massima dei contenuti, e al candidato Governatore Adriana Poli Bortone che ha assicurato che a breve esprimerà un giudizio sulle proposte politico-sindacali avanzate dalla Cia Puglia. Il candidato Governatore Antonella Laricchia, invece, a breve incontrerà i dirigenti della Cia Puglia per discutere del documento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: