NOCI – I GIORNALISTI PICCINNI E GAZZANNI PRESENTANO “NELLA SETTA”

– «C’è un mondo oscuro che si muove fra potere, politica e business». A svelarlo sono, in un libro di successo, «Nella setta» (edito da Fandango), i giornalisti Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni che domani, sabato 2 febbraio, gli stessi presenteranno alle 16,30 al Dama D’Angiò. Promossa dai Presìdi del libro con le associazioni Darf, Centro studi abusi psicologici e Associazione italiana vittime delle sette, la presentazione sarà l’occasione per riflettere su un fenomeno che coinvolge 4 milioni di italiani e qualche migliaio di pugliesi. A dialogare con gli autori ci saranno Mariano Casulli (presidente Darf e tecnico della riabilitazione psichiatrica), Lorita Tinelli (psicologa e fondatrice del Cesap) e Toni Occhiello (presidente dell’Aivs e già vittima di un’organizzazione settaria). Allieteranno l’evento le note jazz del duo composto da Donatello Notarnicola (al basso) e Graziano Mastromarino (alla chitarra). «Questo mondo oscuro – spiegano gli autori – si costruisce sulla pelle non dei più deboli, ma di persone che vivono momenti di difficoltà. Alla violazione psicologica si affianca spesso una violenza ancora più devastante, profonda e sconosciuta. Vivono in questo mondo sotterraneo 4 milioni di italiani. Sono il vostro edicolante, la ragazza che vi prepara il cappuccino al bar la mattina, la signora simpatica che incontrate sull’autobus. Sono persone inghiottite in quella zona grigia, che nel nostro paese soffre di un inspiegabile vuoto normativo, che s’annida al confine fra l’adesione a un nuovo culto e la manipolazione psicologica. Abusi sessuali ed economici, violenze fisiche, vite distrutte e piccoli imperi sono colonne portanti di questo allarmante universo misterioso». Per raccontarlo, Piccinni e Gazzanni hanno viaggiato lungo tutta l’Italia. Si sono infiltrati in alcune comunità, hanno incontrato adepti ed ex membri, parlato con esperti e indagato i gangli politici ed economici che rendono queste organizzazioni così potenti e aggressive. Ne emerge un quadro sconvolgente e inaspettato, che attraverso documenti inediti e ricerche investigative mostra tutti gli abusi cui gli adepti sono sottoposti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: