Castellana, incentivi per le facciate delle case del Centro Storico

E’ partito il conto alla rovescia per presentare domanda per l’assegnazione di incentivi ai privati per il recupero delle facciate degli edifici ricadenti nel Centro Storico zona A1 del PRG. Il 16 febbraio scadranno infatti i termini per presentare l’istanza. Il bando, pubblicato lo scorso dicembre rientra in una serie di interventi orientati alla valorizzazione del nucleo antico che l’Amministrazione Comunale sta mettendo in atto.

Lo scopo è quello di incentivare l’attuazione, da parte dei soggetti privati, di azioni di recupero delle facciate nella zona omogenea A1. L’incentivazione è attuata attraverso la concessione di contributi “una tantum” a fondo perduto da parte del comune di Castellana che sono cumulabili con gli incentivi per la riqualificazione delle facciate promossi dal Governo. L’avviso pubblico di quest’anno ha uno stanziamento complessivo dei contributi concedibili che ammonta a 30.000,00 Euro. Il contributo “una tantum” a fondo perduto sarà riconosciuto nella misura massima del 50% del costo dell’intervento. In ogni caso il contributo non potrà superare un importo massimo previsto di 6.000,00 Euro e non potrà essere presentata da un medesimo soggetto più di una richiesta di incentivo.

Possono accedere ai contributi dell’Amministrazione Comunale tutti gli interventi sulle facciate ricadenti nel Centro storico, zona omogenea A1. Possono essere oggetto di contributo solamente gli interventi edilizi di manutenzione e restauro delle facciate dei fabbricati che prospettano su spazi ed aree pubbliche. Gli immobili per i quali si richiede il contributo devono essere conformi alle vigenti norme urbanistico edilizie. Possono accedere al contributo incentivazione le seguenti categorie di lavori: consolidamento intonaci facciate, rifacimento intonaci facciate, tinteggiatura facciate e sostituzione di infissi esterni. I soggetti beneficiari non sono solo i privati proprietari diretti degli immobili ma anche soggetti privati affittuari dell’immobile con autorizzazione dei proprietari, associazioni, società e cooperative con fini culturali, sociali-umanitarie, oppure società o soggetti esercenti attività commerciali o affini.

Le domande per l’ottenimento dei contributi dovranno essere redatte sugli appositi moduli forniti dal comune di Castellana Grotte e dovranno pervenire tassativamente entro le ore 12:00 del 16/02/2020. Tali tempi sono perentori. Il rischio per recapito tardivo per la domanda di partecipazione al concorso è posto esclusivamente a carico del mittente, ove, per qualsiasi motivo, la stessa non giunga a destinazione in tempo utile. Le domande verranno esaminate da apposita commissione che verrà nominata successivamente alla scadenza del bando. Il responsabile del procedimento approverà la graduatoria entro due mesi dal termine ultimo per la presentazione delle domande di contributo in ordine di punteggio totalizzato da ciascuna domanda sulla base dei criteri elencati sul bando che è stato pubblicato, insieme ai modelli di domanda, nell’Albo Pretorio Online del Comune di Castellana Grotte e sul sito web istituzionale nella sezione news e anche nella sezione “Bandi di gara e contratti”. Il Responsabile del Procedimento è l’Architetto Marcella Marrone. Ulteriori informazioni possono essere richieste ai seguenti numeri telefonici: 0804900233, 0804900257, 0804900263 oppure via e-mail all’indirizzo urbanistica2@comune.castellanagrotte.ba.it.

“Questo avviso pubblico – ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici Franca de Bellis – è un ulteriore tassello per la creazione di un nuovo polo d’interesse sociale ed economico, per la valorizzazione del patrimonio architettonico che ha anche l’obiettivo di accrescere il valore patrimoniale dei moltissimi castellanesi proprietari di immobili del nucleo antico. Non è l’unico intervento che abbiamo programmato per la parte storica della nostra città. A breve, partirà la realizzazione di interventi di arredo urbano, l’istituzione di una zona a traffico limitato in tutto il nucleo antico, la prosecuzione degli incentivi sulla tassa dei rifiuti solidi urbani e su quella per l’occupazione del suolo pubblico in favore delle attività commerciali già in essere, la realizzazione di un nuovissimo impianto di illuminazione di pregio e di videosorveglianza. L’attenzione per il centro storico – ha concluso – è massima da parte di tutta la macchina amministrativa e siamo contenti per questo nuovo pezzo di strada che potrebbe, pian piano, portare gli edifici del nucleo antico ad avere l’antico splendore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: