Castellana, seminario sulle buone pratiche in agricoltura

Divulgare le buone pratiche in agricoltura per mantenere i terreni ricchi di nutrienti attraverso tecniche che consentono anche una migliore gestione delle risorse idriche. Questo il tema principale affrontato da Domenico Ventrella, ricercatore del CREA Agricoltura e Ambiente, nell’ambito del seminario dal titolo “Agricoltura conservativa applicata ai sistemi colturali erbacei” che si è svolto presso la Sala delle Cerimonie del Palazzo Municipale di Castellana Grotte. Organizzatore del seminario il Centro di Ricerca Sperimentazione e Formazione in agricoltura “Basile Caramia” di Locorotondo.

Nel corso del seminario sono stati analizzati gli effetti dei cambiamenti climatici sulla vulnerabilità dei sistemi colturali e della loro capacità di adattarsi ad essi e di mitigare le cause che li determinano. È stato inoltre presentato un caso studio che riguarda i processi, come la gestione dei residui colturali e le varie opzioni disponibili per l’agricoltore nel settore dei sistemi colturali erbacei. A partire da queste problematiche, sono stati illustrati i principi fondamentali e caratterizzanti dell’Agricoltura Conservativa e i principali risultati ottenuti nelle ricerche di lungo periodo in corso presso il Centro di Agricoltura e Ambiente del CREA.

Il seminario è inserito del progetto “Biodiversità e malattie emergenti”, strettamente legato alla diffusione di informazioni relative ai temi trasversali di carattere ambientale quali la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici, l’energia rinnovabile, la gestione delle risorse idriche e la biodiversità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: