Bari, focolaio in casa di riposo, morto 85enne

BARI – Sos in una casa di riposo di Bari, la Don Guanella. Qui un uomo di 85 anni è morto e altre 9 persone sono risultate positive al coronavirus all’interno del centro per anziani che attualmente ospita 86 persone. I tamponi sono stati effettuati dopo il primo caso positivo, Tutti i contagiati, che non presentano al momento sintomi respiratori mentre solo alcuni hanno qualche linea di febbre, sono stati messi in isolamento in un’area dell’istituto, separati dagli altri ospiti.

EMERGENZA ASSISTENZA – C’è una emergenza assistenziale che si aggiunge a quella sanitaria all’interno del centro per anziani Don Guanella di Bari, dove dieci persone, otto ospiti uno dei quali deceduto, il direttore e il medico della struttura, sono risultati positivi al coronavirus. Dopo i tamponi che hanno rivelato il focolaio nel centro, molti dei 50 dipendenti, tra addetti alle pulizia e ai pasti e operatori socio sanitari, si sono messi in autoquarantena domiciliare non andando più in struttura a lavorare. Questo sta creando notevoli difficoltà nella gestione degli 86 anziani ospiti, i sette in isolamento e gli altri 79, alcuni dei quali ultranovantenni non autosufficienti, con alzheimer e altre patologie. «Stiamo cercando nuovo personale per l’assistenza ai nostri anziani, – dice dalla sua quarantena all’interno del centro il direttore, don Santino – perché molti dipendenti sono a casa in quarantena»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: