Castellana, “allargamento platea per i buoni spesa”

Il movimento politico Insieme CambiAmo Castellana, che esprime in Consiglio Comunale la Presidenza, con una PEC – sottoscritta anche dal movimento Democratici per Castellana Grotte, uniche due liste non rappresentate in Giunta Comunale – indirizzata al Sindaco del Comune di Castellana Grotte ha richiesto un allargamento della platea degli aventi diritto dei buoni spesa comunali che saranno distribuiti a breve.

“Al fine di fornire un contributo propositivo alla migliore fruizione delle risorse governative destinate alla situazione emergenziale generate dalle misure di contrasto alla diffusione del Covid 19 – si legge nella missiva firmata dal presidente del consiglio comunale Emanuele Caputo – si inviano alle S.V. alcune osservazioni e proposte migliorative relative all’avviso in oggetto predisposte dal movimento Insieme CambiAmo Castellana e condivise anche dalla lista “Democratici per Castellana Grotte” rappresentata dal vicepresidente del consiglio comunale ing. Gianluca Primavera”.

La proposta prevede tra le altre cose l’elevazione dei limiti imposti per l’accesso al fine di aiutare la maggior parte di cittadini possibili in questo momento difficile per l’economia italiana. Tra i suggerimenti anche una serie di chiarimenti di natura tecnica sempre posti nel massimo spirito di condivisione e miglioramento della proposta messa in atto al fine di venire incontro alle reali esigenze delle tante famiglie in difficoltà del territorio.

“La principale volontà della nostra proposta – afferma Emanuele Caputo – è fare in modo che il bonus alimentare, nel solco delle intenzioni manifestate dal Governo, potesse interessare la maggior parte delle famiglie investite da questa emergenza inattesa ed economicamente devastante. Le condizioni poste dal bando originario sembrano essere piuttosto limitanti con il rischio che la platea degli interessati sia praticamente sovrapponibile alle stesse famiglie che strutturalmente necessitano dell’intervento dei servizi sociali comunali. Nella necessità di procedere nel più breve tempo possibile all’emanazione dell’avviso è stato pressoché inevitabile il verificarsi di alcune condizioni che agli esponenti del nostro movimento civico sono apparse immediatamente migliorabili. Così come da presidente del consiglio comunale non posso che apprezzare le iniziative messe in atto da diversi colleghi consiglieri volte a rendere ai cittadini un aiuto concreto in questo momento di emergenza. Con l’auspicio che questi lodevoli gesti non diventino però mezzo di propaganda o di scontro politico, come diceva qualcuno più importante di noi: “Quando dunque fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade per essere lodati dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Quando invece tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti segreta; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: