Conversano, politico che “odia”, punto di non ritorno

Alcuni suoi commenti sono ancora in rete, altri sono stati rimossi sia dai social cui è stato segnalato che probabilmente da egli stesso per paura d’essere denunciato. Il politico e influencer, assurto al ruolo di “odiatore seriale” dopo le denunce sporte da alcune sue vittime e la richiesta di risarcimento danni, è una persona della quale si sa poco: dall’oscuro passato e presente. Di lui si conosce l’impegno in politica – è stato candidato in consiglio comunale – e l’attivismo social che lo porta ad interloquire con gli internauti che potrebbero non aver gradito. Come finirà? Conoscendo i tempi della giustizia, che verranno ulteriormente rallentati dalla pandemia in corso, non è possibile prevedere l’esito di questa storia, vicenda che tuttavia toglie il velo dal volto di alcuni politici che, in quanto rappresentanti dei cittadini impegnati ad affrontare le questioni che riguardano la comunità, dovrebbero essere d’esempio. Così facendo, invece, accentuano la distanza tra istituzioni e cittadini. Un punto di non ritorno per la politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: