Conversano – Crisi al Comune, comunicato stampa dell’opposizione

CONVERSANO – COMUNICATO STAMPA DELL’OPPOSIZIONE

Sono giorni in cui gli amministratori delle città sono chiamati ad assumersi la responsabilità dell’azione di governo delle comunità che vivono un momento di crisi senza precedenti, ma il sindaco di Conversano Pasquale Loiacono e i suoi alleati che fanno? Perdono tempo a regolare conti politici e danno vita a nuovi conflitti personali, gli ennesimi per questo sindaco che sin dal suo insediamento continua a litigare. I fatti sono sotto gli occhi di tutti: dopo aver perso consiglieri e assessori che non condividevano il suo modo di agire (clamoroso l’aumento delle tasse che colpisce famiglie e imprese, approvato in un bilancio frettoloso e privo di coraggio), la ex maggioranza ora trova tempo per attaccare anche il presidente del consiglio comunale Giuseppe D’Ambruoso. A Loiacono e compagni, sembra non essere andata giù l’astensione del presidente sul voto al bilancio di previsione. Secondo loro, il presidente dell’assemblea farebbe meglio a non essere super partes e a non esercitare il suo ruolo di garanzia? Questi sono comportamenti inaccettabili già in tempi normali, figurarsi in un momento di grandi difficoltà per una città, che invece attende risposte. Le attendono i commercianti, gli artigiani, gli agricoltori, le persone fragili come gli anziani, i disabili, i malati gravi ai quali la Regione ha tagliato anche gli assegni di cura. Attendono segnali i padri di famiglia che per dignità non si rivolgono ai Servizi sociali per un aiuto. C’è da fare tanto e, in un momento così difficile, il sindaco Loiacono ha il dovere di coinvolgere tutti e di non ascoltare chi continua a consigliarlo male. Dal voto di astensione del presidente D’Ambruoso e della minoranza (grazie ai quali si sono liberate risorse per 300mila euro in favore delle fasce deboli della città) Loiacono avrebbe dovuto trovare lo spunto per fare di più, per avviare una iniziativa finalmente unitaria, collaborativa e responsabile. Invece, si è fatto trascinare da una coalizione che preferisce litigare perché, probabilmente, non legge nel voto di bilancio la volontà di migliorare l’azione amministrativa ma il tentativo di mandarli tutti a casa. Ma questa è miopia politica. Come lo è quella di cercare nel presidente D’Ambruoso, cui va la nostra solidarietà, un nuovo nemico. Non accorgersi dei propri errori, sia amministrativi che politici e del fallimento del progetto politico di Loiacono e alleati, e additare qualcuno, evoca la parabola di quel discepolo che nel Vangelo di Luca guardava la pagliuzza nell’occhio del fratello e non si accorgeva della trave nel suo occhio.

FIRMATO
Valore Futuro
Conversiamo
Cultura Pugliese
Popolari per la Puglia
Conversano a Sud Est
Lega Salvini
Cittadini protagonisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: