A Noci Woom Italia attiva la formazione a distanza

di Grazia Franchini (add. stampa. Woom Italia)

Woom Italia non si ferma: attivala divisione E-Woom per la formazione a distanza. Quante sono le situazioni che ci mancano e che prima del Covid davamo per scontate? Troppe. Ci mancano le serate con gli amici, i pranzi dalle nonne, le fila alla biglietteria del cinema, ma a molti ragazzi mancano soprattutto le giornate in Woom Italia. Erano centinaia i Neet(Not in Education, Employment or Training) che, ogni giornosi recavano a Noci,presso l’ente di formazione e capofila dell’ATSNeetWorkPuglia,con il loro carico di speranze, di paure, di delusioni, di passioni. Arrivavano con i loro vent’anni, con le incertezze tipiche della loro età, ma anche con la grande voglia di trovare il loro posto nel mondo.
Così succedeva che si appassionavano e si avvicinavano a mestieri che mai avrebbero pensato di apprendere. Nel 2019, infatti,Woom Italia ha incontrato più di 4.000 ragazzi, li ha formati e ha raggiunto l’obiettivo di avviare al lavoro una parte importante di essi. Poi è arrivato il 4 marzo 2020 e, con lui, il DPCM che comunicava la sospensione temporanea di tutte le attività didattiche.
Ma Woom Italia ha deciso di non fermarsi ed è stato uno tra i primi enti di formazione in Puglia a occuparsi dell’attivazione di aule virtuali.
È sorta, quindi, E-woom, la divisione e-learning di WoomItalia, perdare la possibilità ai ragazzi di ricominciare a fare formazione, questa volta a distanza.
Docenti, tutor e studenti, lunedì mattina, alle 9:00 in punto, si sono finalmente rivisti in videochat da tablet o pc: è questa, infatti, la modalità con cui, ai tempi del Coronavirus, si possono seguire i corsi formativi del Programma Garanzia Giovani.
I percorsi formativi online sono riservati a ragazzi under 30 che non studiano e non lavorano, sono totalmente gratuiti e finanziati dalla Regione Puglia.
E poiché tutti devono avere la possibilità di formarsi,Woom Italia fornirà un tablet a chi non ha uno strumento per seguire le lezioni a distanza più una borsa di frequenza fino a un massimo di 400 euro.
L’amministratore delegato di Woom Italia, Francesco Intini, entusiasta di questa nuova esperienza, dice: “Abbiamo acquistato nuovi pc, nuove strumentazioni, ampliato il team di lavoro per ricominciare a dare linfa alle nostre vite e alla nostra terra. Non ci arrendiamo perché il nostro compito è sostenere i nostri studenti e superare questa emergenza con atteggiamento costruttivo”.
I giovani interessati potranno richiedere informazioni sulla pagina fbNeetWorkPuglia o chiamare il numero 0804974015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: