Monopoli, Morga parla dei risultati conseguiti

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota dell’assessore ai servizi sociale del comune di Monopoli Ilaria Morga, che secondo quanto pubblicato da alcuni organi di stampa per il sindaco Annese “vale meno di zero”. Nella nota Ilaria Morga fa una riflessione tutta da leggere su quanto accaduto negli ultimi giorni.

 

La politica come servizio ai cittadini: questo è stato il mio unico modo di interpretare, in questi due anni di intenso lavoro, l’incarico affidatomi dal Sindaco Angelo Annese. Non ho mai smesso di credere in questo principio. Anzi, esso mi ha reso stabile dinanzi ai continui attacchi subìti, rivolti più alla mia persona che al mio operato amministrativo.
Da quando, grazie ai risultati elettorali conseguiti, il Sindaco mi ha nominata Assessore, da quel momento ho desiderato ripagare la fiducia accordatami nell’unico modo che la sana politica mi ha insegnato: lavorare per la città e per l’Amministrazione.
E non sono stati pochi i risultati raggiunti.
E’ stato seguito uno dei settori fondamentali per la città, quello dei Servizi Sociali, una macchina complessa, con tantissime competenze, la cui importanza è venuta ancor più alla luce durante l’emergenza socio-sanitaria ancora in atto. In quel periodo si è lavorato giorno e notte, per aiutare la gente in difficoltà, senza interessi clientelari o affaristici, utilizzando le risorse disponibili per le persone in difficoltà.
Si sono create le giuste sinergie tra gli Enti, con l’obiettivo costante di dare lustro all’ intera Amministrazione della quale faccio parte, e di operare per “il bene comune”.
Appena un mese fa questa Amministrazione ha stipulato una convenzione con la Asl per la realizzazione del Centro socio-sanitario di neuropsichiatria infantile con un investimento di un milione di euro da parte della Regione Puglia.
E’ stato iniziato l’iter per la redazione del Piano contro le barriere architettoniche (PEBA), istituito la Consulta delle Disabilità ed ideato e messo in opera il Protocollo dei casi complessi, idea pilota che mette in sinergia e in rete i cinque Enti che nel territorio si occupano dei problemi principali della nostra società: l’Assessorato ai Servizi Sociali, il Centro di Salute Mentale, il Servizio per le Tossicodipendenze, la Polizia Locale e la Polizia di Stato.
Il mio lavoro ha avuto e ha un unico obiettivo: far crescere questa città coltivando e realizzando progetti che possano creare sollievo sociale. Ecco cosa significa per me la politica come servizio.
Non sono avversario politico di nessuno. Sono un amministratore e in quanto tale devo garantire tutte le progettualità possibili per far crescere Monopoli.
La Regione Puglia non ha esitato a finanziare i progetti meritevoli, sebbene di un’amministrazione di orientamento politico diverso. Questa per me è stata una lezione. L’ interlocuzione con il Presidente Emiliano, “l’avvicinamento”, come recitato da molti, è stato istituzionale : di una persona che apprezza l’operato politico di una amministrazione che sta guidando la Puglia verso successi impensabili quindici anni fa!
Cos’era Monopoli quindici anni fa?
La nostra città si è arricchita in questi anni anche grazie alle attenzioni, alle iniziative e ai progetti finanziati dalla Regione Puglia.
Io non me la sento, come amministratrice, di negare che dietro il Presidente Emiliano vi sia una visione strategica, una direzione di sviluppo, che ha coinvolto Monopoli procurando alla città benefici senza precedenti.
Così come ho creduto tre anni fa nella continuità amministrativa di Monopoli, sostenendo Angelo Annese, oggi credo nella continuità amministrativa regionale, sostenendo il Presidente Emiliano.
Squadra che vince non si cambia.
Ritengo saggio per la mia città, favorire una continuità amministrativa della macchina regionale, soprattutto in questo momento cosi complesso come quello che stiamo vivendo per la pandemia. La mia è una scelta per la città, senza un interesse personale. Non sostengo il Presidente Emiliano perché sono candidata, non ci sono poltrone in ballo. Lo sostengo perché lui sostiene Monopoli, pur essendo uomo politico di orientamento diverso da quello della mia amministrazione.
Io continuo a lavorare per la città, senza interessi personali fino a che me ne sarà data l’opportunità. Non ero iscritta ad alcun partito e continuo a non esserlo, ribadendo la mia intenzione di riservare a Monopoli una progettualità di sviluppo, che la Regione ha oggettivamente garantito alla città in questi anni.
La Puglia non esisteva e Monopoli era sconosciuta.
Se si è amministratori consapevoli, bisogna saperlo riconoscere.

Ilaria Morga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: