Imu: a Conversano si paga il 16, a Noci no

Domani 16 giugno è il giorno della scadenza dell’acconto Imu-Tasi. Tanti Comuni hanno rinviato a settembre e ottobre la prima scadenza, altri no. Per esempio Conversano, dove il 14 aprile, la ex amministrazione poi decaduta ha approvato un bilancio “virtuale” inserendo anche l’aumento della Tari, dell’Imu-Tasi per le categorie D (immobili produttivi), confermando l’Irpef all’aliquota massima e la Tosap (poi, eliminata dal Governo Conte). A Noci, Alberobello e Locorotondo, invece, i sindaci Nisi, Longo e Scatigna, cogliendo il grido di allarme delle famiglie e delle imprese, hanno deciso di rinviare la scadenza in autunno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: