Monopoli, “prove libere di Moto-GP” sulla “panoramica”

Riportiamo di seguito la lettera di un lettore, che segnala l’annoso problema delle “corse” in motocicletta che puntualmente si svolgono sulla Monopoli/Alberobello, la “panoramica”. Una situazione che mette costantemente in serio pericolo la vita di chi si trova a percorrere quella strada.
(Foto tratta dal web senza alcuna attinenza con il problema segnalato dall’utente)
Buon pomeriggio, e buona Domenica.
Mi permetto di segnalare alla vostra puntuale e attenta redazione il serio problema delle “prove libere di Moto-GP” che si svolgono, puntuali ad ogni weekend, sulla strada panoramica Monopoli/Alberobello.
Parliamo di decine e decine di moto che, assolutamente noncuranti dei limiti di velocità (nonché di inquinamento acustico), amano cimentarsi spesso in autentiche gare, in solitaria o in gruppi. Il tutto, manco a dirlo, mettendo seriamente a repentaglio i numerosi automobilisti (locali e turisti) che percorrono il suddetto tratto stradale, in particolare nel periodo Maggio/Settembre.
Svariate segnalazioni telefoniche sono state fatte, nel tempo, al locale comando di Polizia Municipale: le risposte si sono concretizzate in sporadici, e per tanto inutili, controlli sul tratto stradale interessato, presso il quale occorrerebbe ormai prevedere qualche forma di monitoraggio costante (autovelox o simili).
Attraverso Facebook-Messenger vi ho inviato un video girato proprio questa mattina (qui non allegabile per dimensioni): da notare la dinamica del gruppo di motociclisti, che si riunisce qualche secondo all’incrocio (ostruendo parzialmente il passaggio delle auto) per poi ripartire a grande velocità e assurda rumorosità in direzione Monopoli.
È veramente inconcepibile, in definitiva, che dopo svariati anni di segnalazioni, ma soprattutto incidenti (qualcuno mortale), questo particolare tratto stradale della S.P. 113 Monopoli/Alberobello continui ad essere una pericolosissima zona franca per chiunque intenda realizzare scorribande moticiclistiche, mettendo a repentaglio l’incolumità di tanti guidatori (diversi dei quali, aggravante, sono turisti…).
Ringrazio sin d’ora per l’attenzione.
Cordiali saluti.
G.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: