Monopoli, morte Zazzera, il ricordo di Carbonara

LA SCOMPARSA DI GIUSEPPE, PER TUTTI INO ZAZZERA.

Anche se oggi su posizioni politiche diverse voglio ricordare la sua figura, perché amico personale e di famiglia, per tanti anni insieme nelle fila della DC come esponente politico e amministratore della città di Monopoli.

Nato nel 1933, è Impiegato dell’Ente di Sviluppo Agricolo di Bari; collabora nel 1969, insieme ad un gruppo di amici alla costituzione della Cooperativa, poi Oleificio Cooperativo di Monopoli, sito in contrada Spirito Santo, di cui è presidente Angelo Martellotta, attualmente attivo e operativo con diverse centinaia di soci, produttori olivicoli. Nell’Oleificio riveste l’incarico di ragioniere e segretario per molti anni.

Nel 1970 è eletto, insieme al sottoscritto, consigliere comunale della DC con 454 voti, durante l’amministrazione del sindaco Angelo Menga (1970-72) e di Giuseppe Demarino (1972-75).

Viene riconfermato consigliere comunale DC nel 1975 con 1062 voti, durante la seconda amministrazione Demarino (1975-1977) e la prima di Giovanni Copertino (1977-80), nel 1980 con 1189 voti durante la prima amministrazione del sindaco Walter Laganà(1980-84),con l’incarico di assessore ai Servizi Sociali e la seconda giunta di Copertino( 1984-85); nel 1985 con 1853 voti con incarico di Assessore al Commercio e Annona della giunta di Francesco Alba(1985-90); nel 1990 con 2078 è primo eletto consigliere comunale con incarico di Assessore alla Polizia Urbana e Commercio nella giunta del sindaco di Francesco Paciello (1990-92).

Nella sua attività politica e amministrativa è schierato all’interno della DC con la corrente di Lattanzio e poi di Binetti.

Nel 1999 è rieletto, con 207 voti, consigliere comunale del CDL tra le fila del Centro Destra durante il secondo mandato del sindaco Laganà (1999-2001) con incarico di assessore alla Polizia Urbana.

Tra le sue passioni sportive spicca quella di cacciatore, ricopre incarichi nella Federcaccia locale e regionale.

Negli ultimi anni mantiene sempre viva la sua passione politica, trasferendola al figlio Aldo, sostenendolo nella sua attività politica e amministrativa.

Ai familiari, alla cara consorte Rosanna Gaudioso, ai figli Aldo, Paola e Cinzia, alla cognata Odilia, le più sentite condoglianze.

A questo ricordo allego alcune pagine, in cui l’amico Ino Zazzera è presente, tratte dal mio libro di Storia “Monopoli nel Secondo Novecento” edito nel 2005.

Prof. Stefano Carbonara
Storico e Scrittore di Monopoli

5 luglio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: