Regionali, il dott Lofano ufficializza candidatura

Con una intervista rilasciata a Canale 7, il dottor Bartolomeo Lofano, conversanese, ha ufficializzato la sua candidatura al consiglio regionale con FI. “Questa non è la prima volta – ha rimarcato il noto odontoiatra e chirurgo maxillo facciale -. Ho fatto questa esperienza nel 2005 sempre con Fitto. Perché mi sono candidato? Perché mi muovono da sempre la passione politica e la voglia di poter incidere su quello che si può fare per il territorio. Io penso che un consigliere regionale debba rispondere al territorio e fare tutto il possibile per lo sviluppo dello stesso”. Sanità e agricoltura sono due dei macro-temi sui quali il candidato si è soffermato ai microfoni del giornalista Domenico Di Carlo: “Io sono un odontoiatra e chirurgo maxillo facciale e mi interesso di sanità. A Conversano abbiamo realizzato opere importanti nel campo della sanità. Il Villa Lucia Hospital è un’opera che è partita da noi, l’abbiamo realizzata noi. Però mi sento anche agricoltore perché provengo da una famiglia di agricoltori e conduco un’azienda agricola. Questi, ahinoi, sono i settori che oggettivamente hanno subìto danni seri nella passata legislatura. Sono stati fatti tanti danni, proprio tanti”.
Alla considerazione sul centrosinistra che ininterrottamente governa la Puglia da 15 anni e da dove, dunque, sarebbe necessario ripartire, il dottor Lofano ha così risposto: “Bisogna ripartire dal dare trasparenza a questa regione, tenendo conto che per 5 anni non c’è stato un assessore alla sanità. Ci sono stati dei soggetti che sono stati incaricati, arrivati dall’Emilia Romagna, dalla Sicilia, non rispettando tra l’altro professionisti presenti sul territorio. Non faccio nomi – ha detto Lofano – ma c’è qualcuno che il territorio pugliese lo conosce in maniera eccezionale, dal Salento al Gargano. Per cui quando si parla di incarichi, devono essere affidati ai pugliesi e bisogna fidarsi di un assessore, chiedendogli e ottenendo dei risultati. In realtà, la sanità in Puglia è stata bistrattata e attualmente si iniziano a fare dei passi in avanti. E’ tuttavia assurdo già indicare oggi i nomi: sappiamo bene che c’è l’indicazione di Lopalco come assessore alla sanità. In base a che cosa? Ritengo non sia il caso di parlare di nomi ma di qualità della sanità. E’ inutile parlare di nomi quando ci sono 240milioni di euro di mobilità passiva che parlano di una sanità non ancora al livello qualitativo che il cittadino merita. C’è tanta gente che prende la valigia e si sposta in altre regioni. Questo non deve succedere ancora e bisogna impegnarsi affinchè si compia un salto di qualità. Ci sono tanti medici che vanno in giro per il mondo e sono dei professionisti affermati. E’ gente che si è formata, ha studiato. Non si capisce perchè non si può rivedere la sanità e non si devono utilizzare professionisti di grande esperienza. Questo è un capitolo importante che va ripensato in maniera seria”.
Comparto agricolo: “L’agricoltura merita una riflessione attenta. Si continua a giocare con la xylella che continua ad avanzare: è arrivata in provincia di Bari e si è fatto ben poco per arginarla. In Puglia siamo primi per molte colture: dall’uva da tavola a quella da vino, dalle ciliegie alle albicocche, all’ortofrutta di qualità. La Puglia dispone di aziende e professionalità di altissimo livello. Però non ci sono Centri e Laboratori che si possano occupare dell’introduzione di nuove cultivar. Andiamo ad importare nuove cultivar di ciliegie da Vignola, nuove cultivar di uva dalla California, dalla Spagna. E noi stiamo a guardare. Non mi sembra corretto. Non è corretto che vengano penalizzati i commercianti e trasformatori: pagano per le inefficienze dei trasporti che incidono sui costi di esportazione. Quindi in agricoltura si può pensare a migliorare il prodotto, introdurre nuovi metodi di produzione e spingere soprattutto i giovani a pensare che l’agricoltura non è più come quella di una volta. Oggi l’agricoltura deve essere pensata come una impresa, come un’attività che può dare reddito e può dare anche tante soddisfazioni”.
Nei prossimi giorni, il dottor Lofano ufficializzerà il programma degli incontri elettorali e della sua attività di comunicazione che si svilupperà su media tradizionali (giornali, blog, radio e tv) e sui social con attività anche in streaming.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: