Monopoli, “maresicuro partirà dopo ferragosto?”

Il progetto “Maresicuro” partirà dopo ferragosto? Se lo chiede il consigliere comunale di opposizione Francesco Tamborrino della lista Insieme per Monopoli, che ha diffuso in serata una nota stampa che pubblichiamo di seguito.

“La pronta amministrazione di questa città turistica ha approvato, in data 16 giugno, una delibera di Giunta comunale che riguarda l’attivazione di una serie di servizi di assistenza e salvamento a mare e assistenza ai bagnanti diversamente abili sulle spiagge pubbliche. Si tratta di un provvedimento di cui tutti noi conosciamo l’importanza che, tuttavia, è rimasto lettera morta”. A sottolinearlo il consigliere comunale di Insieme per Monopoli, Francesco Tamborrino. “Siamo alla fine di Luglio e dei servizi previsti neanche l’ombra. Si pensa di farli partire dopo Ferragosto, quando ormai saranno inutili?”, si chiede il consigliere. L’atto approvato in Giunta e annunciato in pompa magna prevedeva servizio di assistenza e salvamento a mare (presso la caletta del Clio, cala Porta Vecchia, cala Porto Bianco, Porto Marzano, Cala Verde, Copacabana – Tre Buchi, e presso le spiagge libere in Località Capitolo in prossimità di Lido
Azzurro e Lido Millennium Capitolo, e nella spiaggia libera tra Lido Porto Giardino e Lido Le Macchie) e l’assistenza ai bagnanti diversamente abili (presso la caletta del Clio, cala Porto Bianco, cala Porto Rosso, e presso le spiagge libere di località Capitolo tra Lido Azzurro e Lido Millennium Capitolo, tra Lido Porto Giardino e Lido Le Macchie).
“Ad oggi, con agosto alle porte, sia il servizio di assistenza e salvamento a mare, sia il servizio di assistenza ai bagnanti diversamente abili, non sono ancora partiti. Inoltre – prosegue Tamborrino – nessuna delle misure di sicurezza preannunciate per le spiagge pubbliche (controlli, app, cartellonistica, ecc.) è mai partita. Dobbiamo constatare, ancora una volta, come questa amministrazione abbondi di proclami ma scarseggi in applicazione pratica, vanificando gli sforzi che operatori privati ed enti sovraordinati fanno a supporto del turismo, in questa delicata fase post emergenziale”. “Chiediamo che i servizi partano subito – conclude il consigliere di Insieme per Monopoli – con particolare riferimento all’assistenza ai bagnanti diversamente abili per i quali auspichiamo una maggiore sensibilità e attenzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: