Monopoli, Lacatena chiude in contrada, insorge Manisporche

Così come si legge in un comunicato stampa, si terrà venerdì 18 settembre 2020 a partire dalle ore 20 l’incontro di chiusura della campagna elettorale di Stefano Lacatena, candidato al Consiglio Regionale della Puglia, in provincia di Bari, nella lista di Forza Italia, con Raffaele Fitto presidente. Appuntamento sul piazzale della Chiesa Madonna del Rosario in contrada Cozzana a Monopoli (Ba). La notizia ha da subito scatenato la reazione del Movimento Manisporche di Monopoli, che con apposita nota ha evidenziato quanto di seguito:

1. lo slargo davanti alla chiesa della Madonna del Rosario non rientra tra le piazze selezionate per la campagna elettorale, come risulta dal verbale del 9 settembre scorso a chiusura dell’incontro presso l’ufficio elettorale (foto allegate). Inoltre, da regolamento elettorale non si possono tenere comizi o manifestazioni politico-elettorali nei pressi di ospedali e luoghi di culto.

2. si nega la fornitura di energia elettrica in piazza Vittorio Emanuele II, al palchetto allestito per i comizi finali, in barba al regolamento elettorale, in cui è previsto che le attrezzature (luci e amplificazione) siano a carico di liste e candidati, ma non è esplicito sulla fornitura di energia elettrica come non lo è sul palco. Allora se il palco è stato messo a disposizione di tutte le forze politiche perché non potrebbe esserlo anche l’energie elettrica?

Per l’Amministrazione guidata dal “sindaco di tutti” c’è chi può fare eventi e comizi come gli pare e piace e chi, invece, viene frenato nelle sue legittime iniziative.

A chi si sente padrone di questa città e pensa di poterne fare ciò che vuole, a chi preme sui suoi concittadini per un voto “a ogni costo e con ogni mezzo”, ricordiamo che il voto è la più alta espressione di democrazia e forzare le mani e le coscienze è un attentato alla stessa Costituzione Italiana“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: