Alberobello, Casa di riposo Fondazione Giovanni XXIII, aggiornamento

Le cinque operatrici rimaste al lavoro all’interno della casa di riposo Fondazione «Giovanni XXIII», nonostante fossero positive al Covid-19, sono ora tutte fuori dalla struttura. Le ultime quattro sono uscite ieri accompagnate dagli agenti della Polizia Locale e dal Ser.

Il sindaco Michele Longo le ha definite «eroine» per il gesto di grande generosità che le ha spinte a restare al loro posto per assistere i 59 ospiti positivi alla malattia. Il primo cittadino è rimasto sempre in contatto con loro in questi giorni ringraziandole più volte pubblicamente per la dedizione e il senso di responsabilità. Le infermiere, come il resto del personale della struttura di cui la metà è positivo (12 dipendenti su 23) sono in isolamento. Due di loro faranno la quarantena in un trullo messo a disposizione da un imprenditore locale in accordo con l’amministrazione. Non se la sono sentita di tornare a casa per non mettere a rischio le famiglie.

«Tutta la Comunità le abbraccia virtualmente e con grande affetto – dice il sindaco Longo – perché sono l’esempio di quello che caratterizza gli alberobellesi: lo spirito di sacrificio e una disponibilità enorme». Il focolaio sembra ormai circoscritto. Si è intervenuti con celerità e gli interventi preventivi di chiusura delle scuole, degli uffici comunali (solo al pubblico però, i dipendenti sono sempre stati in ufficio al lavoro) e il blocco delle attività di base sono serviti a favorire il lavoro delle autorità sanitarie nel tracciamento dei contatti.

All’interno della casa di riposo di via Noci la situazione è sotto controllo, anche se per altri due anziani è stato necessario il ricovero in ospedale. Il secondo anziano è stato trasferito nella notte tra giovedì e venerdì: la febbre non scendeva ed è stato necessario il ricovero. Nella struttura ora opera nuovo personale inviato dalla Asl. La casa di riposo infatti, pur essendo privata, è stata commissariata dall’autorità sanitaria secondo quello che prevede il protocollo in questi casi. Da due giorni sono arrivati nella struttura anche i medici dell’Usca che, oltre a monitorare la situazione dei positivi, saranno il collegamento con le famiglie degli anziani. A fare da ponte ci saranno i medici di famiglia. I colleghi dell’Usca informeranno costantemente i dottori di base sulla situazione all’interno della casa di riposo e questi, a loro volta, si terranno in contatto con le famiglie. Famiglie che però hanno già avuto costanti rassicurazioni dal sindaco: «Ho sentito i figli di alcuni anziani presenti in struttura – dice il sindaco Longo – e li ho rassicurati. Stiamo facendo il massimo per garantire la migliore assistenza possibile, in costante contatto con la direzione della Asl, con l’auspicio che tutto possa andare per il meglio».

Intanto è stato avviato il servizio esternalizzato di distribuzione pasti e di lavanderia e in questi giorni si sta procedendo a una sanificazione ancora più approfondita e costante degli ambienti. Nella struttura è stato inviato anche un team di specialisti composto da una infettivologia, un medico internista e un infermiere esperto.

Lunedì ad Alberobello riapriranno tutte le scuole, anche se studenti e insegnanti in realtà non hanno mai smesso di lavorare, essendo stata da subito adottata la dad (didattica a distanza). Sempre da lunedì sarà concesso nuovamente l’accesso al pubblico degli uffici comunali che sono comunque sempre attivi per i servizi essenziali (stato civile e anagrafe, per le sole carte di identità necessarie per l’espatrio, servizi di polizia municipale, Protezione civile, servizi cimiteriali urgenti), e per le attività strettamente funzionali alla gestione dell’emergenza e le attività indifferibili. Tutte le altre attività saranno garantite con modalità telematica o comunque con modalità tali da escludere la presenza fisica del pubblico negli uffici.ad esempio appuntamento telefonico o assistenza virtuale

Nota del Comune di Alberobello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: