Putignano, “chiusa” fuori sul balcone dal figlioletto, interviene la Polizia

Putignano, durante il normale servizio di controllo del territorio un equipaggio di questa Squadra Volanti veniva fermato da alcuni cittadini che segnalavano una giovane donna, in stato di forte agitazione che dal balcone di una palazzina chiedeva aiuto. Giunti nei pressi della palazzina in questione, gli Agenti appuravano che la donna era stata chiusa sul balcone dal proprio figlioletto di un anno e mezzo, il quale non riusciva più ad aprire la porta alla mamma e spaventato piangeva. Inoltre, la stessa indicava la presenza di un pentolino sui fornelli della cucina con il gas acceso. Immediatamente, gli operatori allertavano la S.O. del Commissariato sull’accaduto per l’invio sul posto di personale del locale Comando dei Vigili del Fuoco e raggiungevano la porta d’ingresso dell’abitazione.
Giunti, udivano le urla del bambino all’interno e quindi preoccupati per la sua incolumità, dovuta al fatto della presenza di una pentola sul fuoco, in attesa dell’arrivo dei Vigili del fuoco, gli Agenti decidevano di entrare in azione ed utilizzando la pellicola di alcune radiografie, riuscivano con non poca difficoltà ad aprire la porta dell’abitazione, senza comunque arrecare danni.
Una volta entrati all’interno dell’appartamento, immediatamente raggiungevano il bambino e prontamente spegnevano il fornello, per poi aprire la porta del balcone, permettendo così alla donna di rientrare in casa e raggiungere il proprio figlio che tranquillizzava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: