Monopoli, rifiuti a Lamamolilla, insorgono i residenti

Come noto l’Amministrazione Comunale di Monopoli ha avviato un progetto per la realizzazione di un Centro Raccolta Rifiuti in contrada Lamamolilla, situazione che a quanto pare non incontra il favore dei residenti, decisi a far sentire la propria voce. Ecco di seguito la nota:

Al Sindaco del Comune di Monopoli (BA)
Agli Assessori della Giunta comunale del Comune di Monopoli (BA)
Ai sigg. Consiglieri comunali tutti

 

Oggetto: No! Al Centro di Raccolta Rifiuti in Contrada Lamamolilla

Gentilissimi
Siamo un gruppo di cittadini, di residenti ed operatori economici della contrada Lamammolilla-Rizzitello che hanno appreso con enorme sconcerto e preoccupazione dagli organi di stampa della volontà
dell’Amministrazione comunale di realizzare un centro di raccolta di rifiuti in uno dei tratti più belli, sensibili e suggestivi dell’agro cittadino esattamente al confine tra le contrade Rizzitello e Lamammolilla.
Vogliamo sensibilizzare i cittadini di Monopoli ed esprimere la nostra netta contrarietà alla realizzazione del centro di raccolta nel punto individuato consapevoli della importanza e della peculiarità del luogo
particolarmente protetto e vincolato, ricco di biodiversità ed enormemente apprezzato oltre che dai
cittadini anche dai turisti che scelgono di soggiornare nelle numerose strutture ricettive presenti in zona e che portano in giro per il mondo scorci caratteristici del nostro agro.
Abbiamo appreso dalla stampa della volontà dell’Amministrazione: non conosciamo i contorni del progetto, non sappiamo quale impatto possa avere in termini di traffico, di rumorosità, di luminosità, non sappiamo quali caratteristiche avrà il centro, sappiamo bene invece quali particolari e peculiari caratteristiche ha quella zona e quali gravi ricadute economiche e di vivibilità per i residenti potrà avere. Siamo in disaccordo con l’Amministrazione Comunale sia per quanto attiene l’assenza di confronto con i residenti e con gli operatori economici, sia per quanto attiene il luogo individuato. Siamo fortemente preoccupati delle ricadute economiche che potrebbero esserci quando l’impianto in questione andrà a regime. Per quanto sopra detto, chiediamo con la massima urgenza, un incontro con il sindaco e con tutti i rappresentati istituzionali in indirizzo, che possa avvenire nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di contenimento del contagio covid-19, affinché si possa ridiscutere la localizzazione del sito.

Certi di un vostro autorevole riscontro, che potrà avvenire mediante mail all’indirizzo sara.daas@mypec.eu e mediante contatto telefonico al 3336672846 (sig.ra Anja Reuffel), entro il 10 maggio 2021, porgiamo cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: